Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

Consigli di lettura

Consigli di lettura
IN LIBRERIA

Blogtour

Blogtour
Blogtour & Review Party

[ REVIEW PARTY ] La Ragazza Scomparsa di Angela Marsons | Newton Compton Editori


Come avete passato il fine settimana? Quali letture vi hanno fatto compagnia?
Il mio week-end è trascorso molto velocemente tra una cena cinese, letture in anteprima e l'ultimo romanzo di Angela Marsons - La ragazza scomparsa - protagonista di questo Review Party.

LA RAGAZZA SCOMPARSA di Angela Marsons
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 384
Due ragazzine scomparse, ma una sola tornerà!
Charlie e Amy, due bambine di soli nove anni, compagne di gioco, scompaiono all'improvviso. Un messaggio recapitato alle rispettive famiglie conferma l’ipotesi peggiore: le giovani sono state rapite. È l’inizio di un incubo. Poco tempo dopo, un secondo messaggio è ancora più mostruoso. I malviventi mettono le due famiglie l’una contro l’altra, minacciando di uccidere una delle due bambine. Per la detective Kim Stone e la sua squadra il caso è più difficile del solito. I rapitori potrebbero davvero trasformarsi in assassini spietati. Bisogna agire con rapidità e trovare la pista giusta. E Kim ha intuito che nel passato delle due famiglie si nascondono degli oscuri segreti..
Quando due bambine di appena nove anni vengono rapite senza lasciare traccia, l'ispettore Kim Stone sa di avere tra le mani il caso più delicato e difficile della sua carriera. Charlie ed Amy devono tornare a casa sane e salve. Nessun errore sarà permesso, nessun indizio dovrà essere tralasciato. 

Perchè il modus operandi non è affatto nuovo alla polizia e tutto sembra riportare ad un recente rapimento mai risolto di appena tredici mesi prima. Allora, solo una bambina è stata rilasciata e questo Kim Stone non può permetterlo, non una seconda volta. Il gioco mostruoso e meschino dei rapinatori è immediatamente chiaro agli occhi della squadra e delle due famiglie coinvolte: solo il miglior offerente di un'asta senza regole potrà riabbracciare la figlia, mentre per l'altra il destino sembra essere inevitabilmente segnato. Ma sarà proprio così? Chi si nasconde dietro quei messaggi di spietate minaccio e impronunciabile dolore? Cosa è andato storto nel caso precedente? Chi sta tirando le fila, immerso nel più completo anonimato, di uno spietato piano che sembra essere stato architettato fin nei più minimi dettagli? Ancora una volta Angela Marsons ci accompagna al centro di una scena che coinvolge ed affascinainquieta e disturba mente e cuore del lettore, giocando con un ritmo continuo e pungente che pone sempre quell'insistente tarlo del dubbio sopra ogni deduzione, ogni più piccolo colpo di scena.

Non posso certamente negare di non aver letteralmente divorato La ragazza scomparsa e di non essermi sentita parzialmente coinvolta in quel turbine di sentimenti, orrore ed emozioni che naturalmente scaturiscono da una storia che vede come potenziali vittime due innocenti - seppur coraggiose - bambine, ma qualcosa è mancato rispetto ai suoi precedenti. E parlando di fondamentali assenze mi riferisco, in modo particolare, a quello che per me rappresenta la punta di diamante di ogni romanzo che debba essere al contempo considerato un buon thriller: l'elemento psicologico
Infatti, mentre nei due capitoli precedenti la Marsons si è sempre soffermata sulle motivazioni che hanno spinto i due antagonisti a compiere determinate scelte o crimini efferati, in La ragazza scomparsa - con mio grande e profondo rammarico - questa parte è stata appena accennata, quasi passata inevitabilmente in sordina rispetto alla mera trascrizione dei fatti e degli eventi concitati che hanno, in ogni caso, evidenziato e supportato l'intera narrazione. Così come, partendo dal medesimo presupposto e continuando sul medesimo concetto del genere in questione, è mancata una sufficiente analisi personale e caratteriale dei due nuovi personaggi che fanno capolino in questo romanzo: Alison, la comportamentalista e Matt, il negoziatore. Entrambi ci vengono presentati come personaggi forti e dotati di particolari affinità caratteriali con la nostra complessa protagonista - tanto da creare fin dal primo incontro scontri verbali e vivaci scambi di battute - ma che, a mio avviso, sembrano trovarsi lì quasi per caso, mancando quell'approccio empatico non solo con il lettore, ma anche con gli altri personaggi con cui necessariamente si trovano a dover interagire. 

In conclusione, La ragazza scomparsa rimane una buona e piacevole lettura in grado di coinvolgere e accompagnare il lettore in una realtà fantastica che si concilia in modo preciso e indubbiamente preoccupante con odierni casi di cronaca. Un romanzo che scorre facilmente sotto i nostri occhi e che, proprio per questo motivo, reputo interessante per quanti decidano di approcciarsi al genere thriller per la prima volta.

2 commenti

  1. Per me già il primo di questa autrice era "gne" figurati se proseguo la lettura della serie. Ma poi... perché tutti 'sti libri in serie? Che mania! Ma che ha la gente contro i libri autoconclusivi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo chiedo da anni... mi sono tenuta lontana da molti libri e autori proprio perché si prevedevano serie infinite! Dopo George Martin ho detto " basta "! Della Marsons, come sai, i due capitoli precedenti mi erano piaciuti... questo è uno SNI bello pesante!

      Elimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti, quindi lasciate un segno del vostro passaggio! Grazie per il vostro sostegno, Lettori.

Powered by Blogger.
Back to Top