[ RECENSIONE ]Ti darò il sole di Jandy Nelson | Rizzoli

TI DARO' IL SOLE  di Jandy Nelson
Prezzo: 17.50€ | Pagine: 485

Solo un paio d’ore dividono Noah da Jude, ma a guardarli non si direbbe nemmeno che sono fratelli.
Se Noah è la luna, solitaria e piena di incanto, Jude è il sole, sfrontata e a proprio agio con tutti. Eppure i due gemelli sono legatissimi, quasi avessero un’anima sola. A tredici anni, su insistenza dell’adorata madre stanno per iscriversi a una prestigiosa accademia d’arte. Tecnicamente è Noah ad avere il posto in tasca – è lui quello pieno di talento, il rivoluzionario, l’unico che nella testa ha un intero museo invisibile – e invece in un salto temporale di tre anni scopriamo che è Jude ad avercela fatta, ma anche che i due fratelli non si parlano più, che Noah ha smesso di dipingere, che si è normalizzato, e che Jude si è ritirata dal mondo che tanto le calzava a pennello. Cos'ha potuto scuotere il loro legame così nel profondo? In un racconto a due voci e a due tempi, Noah e Jude ci precipitano tra i segreti e le crepe che inevitabilmente si aprono affacciandosi all'età adulta, ma anche nelle coincidenze che li risospingono vicini, laddove, forse, il mondo può ancora essere ricucito.
Nell'immaginario collettivo sembra quasi strano ritrovarsi a scorrere le pagine di un libro con il volto rigato dalle lacrime o scoppiare in una fragorosa risata o temere per la sorte del personaggio preferito. Per noi, invece, è cosa naturale, bella e spontanea. Emozionarsi per le pagine lette perchè smuovono qualcosa dentro di te o perchè sanno trasportati dentro emozioni che ti riguardano in prima persone, magari toccando quelle corde esposte che non sapevi nemmeno ti avere, questa è la magia della lettura, quello che cerco e quello che spero sempre di trovare. Con il romanzo della Nelson è successo.

Se vi dicessi che è stata una lettura semplice ed immediata, vi mentirei. Inizialmente ho fatto fatica ad entrare nei meccanismi creati dalla Nelson, non riuscendo quasi a sentire quella naturale empatia che solitamente scatta potente e rumorosa fin dalle primissime pagine. Non è stato un colpo di fulmine, un fuoco d'artificio che prende fuoco con una forza prorompente che lascia senza parole. E' stato più un conoscersi, un prendere confidenza, uno sfiorarsi lento e progressivo culminato, poi, in un rapporto intenso e complesso chiuso all'interno di una morsa potente e vigorosa che mai ha lasciato la presa. Ti darò il sole è la storia di due gemelli, Noah e Jude.

Noah lo conosciamo all'età di tredici anni come un ragazzino timido ed introverso, ma testardo e deciso tanto nella sua passione artistica che rappresenta tutto il suo universo quanto nella sua identità sessuale che comprende e vive in ogni singola emozione, pur essendo ancora incapace di condividerla con il resto del mondo! Noah è come la luna, solitaria e scostante, misteriosa ed enigmatica, silenziosa ed affascinante. L'esatto contrario della frizzante ed energica Jude, una ragazzina tutta pepe ed inventiva, solare e contagiosa, coraggiosa ed intraprendente. Jude è come il sole, pura essenza vitale al centro dell'attenzione, brillante ed accecante, coinvolgente e priva di filtri, semplicemente inarrestabile. 

Forse il destino è solo il modo in cui racconti a te stessa la storia della tua vita.

Ti darò il sole racconta l'amore abbracciandone con matura consapevolezza ogni più piccola sfaccettatura, per rivelarne in modo autentico e mai forzato ogni pregio e ogni difetto che inevitabilmente ha fatto, fa e farà sempre parte del nostro fragile animo umano. E' un romanzo che scorre veloce e impetuoso come i sentimenti che coraggiosamente affronta ed analizza, senza mai distogliere l'attenzione sul focus narrativa che, anzi, cresce esponenzialmente, capitolo dopo capitolo, conducendo il lettore ad una scoperta intima sempre più profonda, affascinante ed inevitabile. Se ancora non avete letto Ti darò il sole, non fate il mio stesso errore. Non indugiate oltre, stringete tra le mani questa perla letteraria e lasciatevi coinvolgere da ogni emozione che esplode fragorosamente tra le righe di un romanzo che non potrà lasciarvi indifferenti.

8 commenti

  1. Io penso che... my body is ready :D sono pronta ad amarlo incondizionatamente v_v lo inizieremo questo fine settimana col nuovo gruppo di lettura sul blog!
    La tua recensione è una delle tante che mi sta convincendo ad acquistarlo cartaceo *o* ormai ho l'ansia di iniziare... mi piacciono proprio le storie introspettive e non immediate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto la tua iniziativa proprio mentre stavo pubblicando la recensione :) Sono curiosa di leggere le vostre opinioni in merito!

      Elimina
  2. Ciao Cristina, un libro che racconta la vita, lo hai definito anche così, uno di quei libri che non ti prende da subito ma ha bisogno di farsi conoscere... Lo avevo "puntato" per la sua cover molto particolare e questa è la prima recensione che leggo. Grazie per averne parlato! Ci faccio un pensierino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nunzia :) E' uno di quei libri che devo assolutamente avere anche in cartaceo! Veramente merita...

      Elimina
  3. Ho in wish list questo libro da troppo,troppo tempo!Devo assolutamente leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto nella recensione, non fare il mio errore: leggilo subito! xD

      Elimina
  4. Non può non arrivare dritto al cuore questo libro, è intenso come la vita ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo! Puro, complesso e intenso come la vita ♥

      Elimina

Powered by Blogger.
Back to Top