Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

In Libreria

In Libreria
IN LIBRERIA

Ciak Si Gira

Ciak Si Gira
CIAK SI GIRA

[ RECENSIONE ] La ricetta segreta per un sogno di Valentina Cebeni

LA RICETTA PER UN SOGNO di Valentina Cebeni
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 345

Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un’isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all’anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l’isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull’altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l’eco di amori proibiti e amicizie perdute.
La forza delle donne -  protagoniste vicine e lontano di questo romanzo - rappresenta senza alcun dubbio il motore inarrestabile dell'intera narrazione. Lo stile narrativo adottato da Valentina Cebeni si presenta fin dalle prima righe sofisticato e ricercato, senza mai risultare inverosimilmente costruito ed artificiale. Ed è proprio questa sua scelta ad aver fatto centro. Attraverso frasi che sembrano quasi cullate dalle onde del mare, la scrittrice è andata a sfiorare esattamente le corde più sensibili, arrivando a far vibrare con forza e leggerezza quella piccola parte di me che troppo spesso tendo a soffocare.

La ricetta segreta per un sogno è un viaggio che si dischiude verso una necessaria ed ostinata ricerca delle proprie origini. Ora che sua made, gravemente malata, è costretta in un letto d'ospedale e la sua vita sta per sgretolarsi da un momento all'altro. Elettra decide di seguire il suo istinto e i pochi indizi che il destino ha deciso di porre sul suo incerto cammino, partendo per la sconosciuta e misteriosa Isola Del Titano, nn luogo impervio e fuori dal tempo.
4

[ RECENSIONE IN ANTEPRIMA ] Segreto di famiglia di Mikaela Bley

SEGRETO DI FAMIGLIA di Mikaela Bley
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 320

La rete televisiva nazionale si lancia subito sulla notizia e manda sul campo un’inviata specializzata in cronaca nera, Ellen Tamm. Chi ha visto Lycke per l’ultima volta? Chi sono i suoi genitori? Il padre e la madre di Lycke sono separati ed è stata la nuova moglie del padre ad accompagnare la bambina al centro sportivo, dove se ne sono perse le tracce. La donna, madre a sua volta da poco, racconta la sua versione dei fatti, ma ci sono delle zone d’ombra nella testimonianza. La tata che ha cresciuto la bambina è chiusa nel dolore. La madre di Lycke invece è imperscrutabile, soffre ancora il peso del divorzio e di una depressione post partum mai affrontata. Il padre, dal canto suo, non si dà pace. Nel frattempo Ellen si impegna in una ricerca spasmodica, nonostante la corruzione della polizia, i sempre più strani comportamenti dei genitori di Lycke e le frecciate velenose dei colleghi. Ma ha deciso di fare il possibile per fronteggiare la situazione da vera professionista, perché questo caso le ricorda da vicino ciò che conosce sin troppo bene: segreti di famiglia, bugie, inganni che la obbligheranno a confrontarsi con il proprio doloroso passato, mentre le speranze di ritrovare la bambina scomparsa si assottigliano.
Siete pronti a conoscere un segreto? Diffidate dei sottotitoli in copertina, sempre.
Questo è stato il mio primo pensiero dopo aver concluso la lettura di Segreto di Famiglia. Il romanzo d'esordio della scrittrice svedese Mikaela Bley che mi è stato inviato qualche giorno fa direttamente dalla casa editrice. Non metto in dubbio che possa diventare un prossimo bestseller, ma per quanto mi riguarda ho trovato questo romanzo deludente sotto vari aspetti. Ma proviamo a vedere  la parte del bicchiere mezzo pieno, okay facciamo un quarto. Senza dubbio è un romanzo che scorre veloce e che si presta ad una lettura molto istintiva. Almeno nella prima parte della narrazione, sa come attirare l'attenzione del suo lettore, muovendo esattamente i fili giusti e ponendo quell'immancabile seme del dubbio nella mente del suo destinatario. Ma questo chiaramente non mi è bastato.
3

[ RECENSIONE IN ANTEPRIMA ] La vita segrete e la strana morte della signorina Milne di Andrew Nicoll


LA VITA SEGRETA E LA STRANA MORTE DELLA SIGNORINA MILNE 
di Andrew Nicoll
Prezzo: 17.50€ | Pagine: 351
1912. Broughty Ferry. Il romanzo ci trasporta immediatamente in un piccolo sobborgo della città di Dundee, in Scozia. In un'epoca dove la moderna tecnologia sembra più una fantasiosa utopia che una prossima realtà e dove, tra le ambientazioni incontaminate dalla contemporanea civiltà, a fare da padrona sembra proprio essere quella piena consapevolezza di totale appartenenza al luogo e alle sue condizioni, viene ritrovato il corpo senza vita della Signorina Milne, vittima di un brutale assassinio quanto inspiegabile assassinio. Ma chi è la Signorina Milne?
2

[ RECENSIONE ] La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure


LA NOTTE CHE HO DIPINTO IL CIELO di Estelle Laure
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 320

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l'arte, l'amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. Eden che è la migliore amica del mondo. Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n'è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrenny sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l'una dall'altra. Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l'amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un'altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì? L'unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi.
Credo che quando ti ritrovi a finire un libro in meno di ventiquattro ore, sfruttando ogni istante libero per divorare qualche altra pagina, non si possa che iniziare la sua recensione nella maniera più entusiastica possibile. Il fatto, poi, di essermi ritrovata a vivere una storia che proprio non mi aspettavo, colpita in pieno petto da un vortice di emozioni così diverse, a tratti anche contrastanti tra loro, mi porta ad un'unica ed inevitabile conclusione: La notte che ho dipinto il cielo è uno dei romanzi più potenti letti negli ultimi anni; quel genere di libro che ti lascia senza fiato, con una valigia di sentimenti che sarai costretto ad affrontare, scappare da loro è chiaramente impossibile! La premessa che mi viene spontanea fare è che sì, ci ritroviamo davanti ad un romanzo che parla d'amore e Estelle Laure lo fa nella maniera più pura, naturale e profonda possibile. Ma cos'è l'amore per Lucille?
3

[ RECENSIONE ] Il mare nasconde le stelle di Francesca Barra

IL MARE NASCONDE LE STELLE di Francesca Barra
Prezzo: 12.66€ | Pagine: 150

Il sogno di Remon è cercare la libertà. Ma è solo un ragazzo di quattordici anni e da giorni è su una barca, infreddolito e affamato. Il mare è una distesa infinita davanti a lui. Il rumore della paura è assordante in quel silenzio. Eppure Remon non si sente solo. Guarda il cielo e affida i suoi sogni alle stelle. Non sa dove è diretto. Sa bene da cosa sta fuggendo. Dal suo paese, l'Egitto. Dall'odio e dalla intolleranza che hanno cambiato la sua vita all'improvviso. Perché Remon è cristiano e non è più libero di giocare per le strade, di andare a scuola, di pregare Dio. È stato costretto a scappare senza dire addio alla sua famiglia. Nei suoi occhi, troppo giovani per aver visto già tanto dolore, rivede i momenti felici con loro: gli abbracci di sua madre, le chiacchiere con suo padre, le risate con suo fratello. Tutto ora appare così lontano. Ora che il suo viaggio è finito e una terra sconosciuta lo accoglie: l'Italia. Remon non si aspetta più nulla dal futuro. Eppure i miracoli possono accadere. Perché basta poco per sentirsi di nuovo a casa. Basta l'affetto di amici inaspettati. Basta l'appoggio di insegnanti che credono in te. Basta l'impegno e la passione per lo studio. Remon giorno dopo giorno ritrova la speranza e il coraggio di sorridere ancora. Senza dimenticare il passato. Senza dimenticare da dove viene.
Il sogno di Remon è cercare la libertà, afferrarla e tenerla stretta vicino al cuore come un tesoro prezioso e dal valore inestimabile. Quello stesso valore che nel suo Egitto non esiste più. E' stato smarrito. Lui, cristiano copto, è costretto a vivere costantemente con la paura di essere ucciso o di veder soffrire i propri cari. Lui che ha un rapporto così vero, profondo ed orgoglioso con la sua fede, ora, per sopravvivere dovrebbe metterla a tacere, privarsi di quel calore che sale forte fin dal luogo più intimo della sua anima e non può permetterlo.
3

[ RECENSIONE ] Il patto di Jodi Picoult | HarperCollins Italia

IL PATTO di Jodi Picoult
Prezzo: 14.90€ | Pagine: 556

Fino a quella telefonata alle tre del mattino di una giornata di novembre, i Gold e i loro vicini di casa, gli Harte, sono sempre stati inseparabili. Per ben diciotto anni. Non è stata una sorpresa per nessuno, dunque, quando i loro figli adolescenti, Chris ed Emily, da semplici amici sono diventati qualcosa di più. Ma adesso la diciassettenne Emily è morta uccisa da un colpo di pistola alla testa sparatole da Chris, in un apparente patto suicida lasciando le due famiglie devastate e alla disperata ricerca di risposte su un gesto inimmaginabile, di due figli che forse non conoscevano bene come credevano. È rimasta una sola pallottola nella pistola che Chris ha preso dall'armadio del padre, una pallottola che secondo la sua versione era destinata a se stesso. Cos'è successo veramente? Un detective della polizia del luogo nutre più di un dubbio sul patto suicida descritto dal ragazzo e inizia un'indagine che terrà il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina.
Tornare a leggere Jodi Picoult è stato come riaprire una vecchia ferita mai cicatrizzata. Il modo in cui questa autrice è in grado di esprimere perfettamente il dolore più profondo e l'emozione più potente è capace di ammaliare il suo lettore fin dalle prime pagine. Il Patto è solo un'ulteriore conferma di un talento che sembra esplodere autenticamente tra le pagine di questo romanzo.
3
Powered by Blogger.
Back to Top