Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

In Libreria

In Libreria
IN LIBRERIA

Ciak Si Gira

Ciak Si Gira
CIAK SI GIRA

BLOGGER LEAGUE #1

Buongiorno Lettori! 
Inizio questa nuova settimana in un modo un po' diverso dal solito, presentandovi una bellissima iniziativa di supporto tra blogger a cui da poco tempo ho deciso di aderire.
La Blogger League è stata ideata dal blog Whisper: La voce del tempo con lo scopo di creare una vicendevole collaborazione per far conoscere e crescere i singoli blog; potete trovare tutte le informazioni per aderire cliccando nel banner esposto poco sopra!
Lascio la parola all'intervista del blog Walk in Wonderland.
Oltre ad essere una blogger, chi sei nella vita di tutti i giorni?
Un agente segreto sotto copertura u_u
Chi mi conosce crede che io sia una semplice ragazza ossessionata dalla lettura, con una passione segreta per Nick Bateman e con un cane di nome Max che vizia tantissimo, ma vi sbagliate! Huhuhu, vi ho ingannati tutti! 

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale?
Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Eh, bella domanda! Sono una persona con la testa perennemente tra le nuvole e avevo bisogno di un'ancora che non mi lasciasse volare via completamente. Ecco perchè è nato Walk in Wonderland. 
Oddio, non vi ho detto che a farmi compagnia in questa avventura bloggosa (?) ci sono altre sei ragazze. Per fortuna le ho citate, altrimenti mi avrebbero fatta divorare da un drago! Dunque, dicevo? Ah, gli argomenti che trattiamo sono vari... Dai libri, a qualche sclero post-serietv, per finire alla NickBateman ossessione.

Perchè le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Perchè siamo dolci e carine (?) 
Dovrebbero diventare lettori fissi perchè promettiamo un Nick ad ad ogni nuovo iscritto.. Vi ho convinti?... E se ad iscriversi fosse un ragazzo? Beh, ci siamo già noi donzelle, cosa potrebbe volere di più!!

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Diventare famosa. Abbuffarmi di Nutella e non ingrassare. Sposare Nick e... forse questo è meglio che non lo dico, siamo in fascia protetta. Poter adottare tutti i cani del mondo... anche i gatti. Vincere alla lotteria. Vivere una settimana da DEA.
Insomma, non chiedo molto :3 Quindi, genio della lampada, cosa aspetti a farti vivo?

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Certo e, se posso, Steve Jobs mi darà una mano :3
« Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario. »
Stay Hungry. Stay Foolish. 
Siate affamati, siate folli. 

Cristina
2

TOPIC BOOKS #2 : Trauma di Camilla Grebe e Asa Träff

Buongiorno Lettori!
A pochi giorni dalla Giornata Internazionale conto la Violenza sulle Donne, in questo secondo appuntamento con la rubrica #topicbooks vorrei presentarvi un romanzo - pubblicato da Piemme ad aprile 2013 - che abbraccia una delle tematiche più doloroso ed attuali della nostra società.
Si parla di dati statistici molto alti che evidenziano una situazione mondiale quantomai preoccupante; bambine, ragazze e donne che vengono violate nella loro intimità, private della loro libertà e del sacro diritto di autodeterminazione. L'unica soluzione che potrebbe arginare un fenomeno sociale che si sta trasformando in una piaga costante è denunciare perchè una denuncia immediata e preventiva potrebbe evitare conseguenze ulteriormente gravose che potrebbero culminare, nel peggiore dei casi, a quello che la cronaca nazionale individua come femminicidio.
Estirpiamo ogni violenza dalla nostra società!


INFO LIBRO
« Una lucida fotografia dell'universo delle mura domestiche; un disarmante ritratto delle perversioni e delle derive dell'amore! »

« Da parte mia non so cosa voglio. 
La mia vita è come l'acqua, riflette ciò che la circonda, non ha colore o sapore. Scorre via se si cerca di afferrarla.. »

Una nuvola grigia si allarga su un disegno a gessetto: si aggiunge al giallo dei cerchi del sole, al rosso della macchina davanti alla casa.
Tilde, cinque anni, nascosta sotto il tavolo, incolla gli occhi sulla madre, intenta a cucinare.
I colpi alla porta, prima quasi impercettibili, si fanno ad un tratto più violenti.
In pochi drammatici minuti la bambina assiste immobile, con il fiato sospeso, al brutale assassinio della donna.
Nel silenzio che segue, una macchia scusa satura il foglio; i gesti della bimba si fanno ampi, disperati, nervosi.
In tutt'altra parte della città, la psicoterapeuta Siri Bergman e la sua collega e amica Aina incontrato, in un nuovo progetto sperimentale, un gruppo di donne vittime di violenza: cinque storie drammatiche di amori ingannevoli, brutalità e degrado.
Il destino della piccola Tilde si intreccia a quello di Siri e delle altre donne; in una gelida Stoccolma autunnale, il comune bisogno di giustizia e rinascita si tramuta in una spietata caccia all'assassino.

Camilla Grebe laureata alla Scuola di Studi Economici di Stoccolma, ha intrapreso diverse attività imprenditoriali di successo, tra cui la fondazione di Story Side, una casa editrice di audio book.
Asa Träff psicologa, specializzata in terapia cognitiva comportamentale e nel trattamento dei disordini neuropsichiatrici legati all'ansia.

Cosa ne pensate, Lettori?
Avete letto questo romanzo? O ne conoscete altri che trattano la medesima tematica?
E cosa ne pensate di questa nuova rubrica?
I vostri commenti sono - come sempre - fondamentali..
Cristina
2

ANTEPRIMA #31 : Panic di Lauren Oliver

Terzo classificato come best young adult fiction su GoodReads, Panic di Lauren Oliver si presenta come un romanzo geniale, dal ritmo veloce e con una trama che vi terrà con il fiato sospeso; attraverso Panic Lauren Oliver porta dei concetti ed una posta in gioco molto alta nella classica provincia americana con un risultato scomodo ed elettrizzante.

Perchè ho scelto di presentarvi proprio questo romanzo?
Innanzitutto perchè Panic è attualmente in viaggio verso la mia libreria; intrigata dalla sua trama e da una copertina assolutamente d'impatto, ho voluto assolutamente conoscere anche questa nuova versione di un'autrice che ho avuto modo di leggere ed apprezzare in passato.

E' attualmente in corso il Blogtour - ideato dal Blog Who is Charlie? - con in palio ben 5 copie del romanzo.

IN LIBRERIA DAL 26 NOVEMBRE.
E' arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un'America sonnolenta.
Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino e, come ogni anno, è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi.
Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare.
Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima e così anche il rischio!
Sei pronto a giocare?

Le regole sono semplici. Tutti possono partecipare. 
Uno solo vince.

Lauren Oliver è l'autrice del romanzo E finalmente ti dirò addio  e della trilogia Delirium; romanzi tradotti in più di trenta lingue e divenuti bestseller internazionali e del New York Times. 
Il suo ultimo libro, Ragazze che scompaiono ( Safarà Editore 2015 ), è stato uno dei libri più attesi della stagione. Dal romanzo Panic verrà prodotto un film dagli Universal Studios.

Cosa ne pensate, Lettori, di questa anteprima?
Cristina
1

NOVITA' IN LIBRERIA #32 : La Strana Biblioteca di Murakami Haruki

« Le biblioteche contengono storie. Le storie contengono universi. 
E certi universi possono essere molto pericolosi. 
Una fiaba misteriosa sul potere della lettura: liberarci dalla prigione dell'infelicità! »

Quando si incrocia un'opera narrativa di Murakami Haruki è impossibile non venirne automaticamente attratti, come se fosse la più forte delle calamite esistenti.
La sua tecnica linguistica e lo stile adottato nei suoi precedenti lavori individuano una contraddistinta originalità tale da renderlo riconoscibile a prima lettura nel panorama internazionale.
Ma non è solo questo..
Quello che mi ha catturato di questo romanzo è la frase che accompagna e conclude una trama fantastica e fantasiosa; una frase che racchiudere l'essere stesso della lettura! 

INFO LIBRO
Tornando a casa dopo la scuola, uno studente si ferma in una strana biblioteca.
Certo, anche la sua richiesta è un po' strana. Chiede alla bibliotecaria qualche libro che possa soddisfare la sua ultima curiosità - è un bambino curioso il nostro protagonista - : la riscossione delle tasse nell'Impero Ottomano.
La bibliotecaria lo manda alla stanza 107.
Qui l'aspetta un altro bibliotecario, ancora più bizzarro della prima: Aveva la faccia coperta di piccole macchie nere, come tanti moscerini. Era calvo e portava occhiali dalle lenti spesse. La sua calvizie non era uniforme. Tutt'intorno al cranio gli restavano ciuffi di capelli bianchi ritorti, come in un bosco dopo un incendio. 
E' davvero una strana biblioteca, questa!
Il bibliotecario accompagna il bambino attraverso un labirinto di corridoi e stanze, finché non arrivano in una stanza dove riposa un piccolo uomo vestito con una pelle di pecora.
Il bambino rischia di fare una fine terribile se non arrivasse in soccorso una ragazza sconosciuta..
Una fiaba fantastica e immaginifica sul potere della lettura nel darci le chiavi per sfuggire all'infelicità.

Murakami Haruki è uno scrittore, traduttore e saggista giapponese.
Tradotto in oltre cinquanta lingue, le sue opere si sono guadagnati l'acclamazione della critica e numerosi premi letterari sia in Giappone che a livello internazionale.

Conoscete questo emblematico scrittore? Avete letto qualche suo romanzo? 
Cosa ne pensate di questa nuova uscita?
Se la risposta alle prime due domande è no! vi ricordo che, partecipando al giveaway di compleanno, potrete vincere anche una copia di Norwegian Wood, uno dei romanzi più letti ed acclamati di Murakami, cosa state aspettando?
Per la terza domanda, invece, aspetto le vostre considerazioni nei commenti..
Cristina
2

ANTEPRIMA #30 : Febbre All'Alba di Péter Gárdos

« Mi ha frainteso. Io sto cercando moglie. Vorrei sposarmi. »
Spiegò mio padre, battendo le palpebre, con il sorriso sulle labbra. 
L’aveva detto, finalmente.
Si appoggiò allo schienale e attese la reazione.
Il primario corrugò la fronte.
« Non avrò saputo esprimermi bene in ungherese. Lei ha circa sei mesi di vita. Questo è il tempo che le rimane, Miklós. »
« L’ho capito perfettamente, signor primario... »

La casa editrice Bompiani porta in Italia un romanzo forte e profondo in un'atmosfera ancora avvolta dalla paura e dal dolore, fisico e psicologico, patito dalle vittime della Seconda Guerra Mondiale e della follia nazista. Febbre all'alba narra la storia d'amore di due cuori in guarigione; un amore nato per caso attraverso la carta di lettere elegantemente scritte ed un pizzico di immancabile humor del quale l'autore, Péter Gárdos, è stato diretto testimone!

Casa Editrice : Bompiani
Prezzo : 17.00€
Pagine : 234
IN LIBRERIA DAL 26 NOVEMBRE.
Nel luglio del 1945 un sopravvissuto della Seconda Guerra Mondiale raggiunge un campo profughi in Svezia.
E' ridotto pelle e ossa, oramai allo stremo dopo gli anni del conflitto e, nonostante i medici gli dicano che ha pochi mesi di vita, Miklós, questo il suo nome, non si arrende.
Sceglie di vivere. 
Compila una lista di 117 giovani donne, ungheresi come lui, che hanno trovato asilo in un altro campo profughi svedese e invia a ognuna di loro lettere elegantemente scritte a mano.
Di una cosa è certo: una do loro diventerà sua moglie...
                   ──────────────────
Ispirato dalle incredibili, divertenti lettere del padre dell'autore, Febbre all'Alba è una storia meravigliosa sulla speranza e sulla sorprendete forza che ogni uomo, anche nei momenti più bui, sa trarre dal desiderio di vivere ed amare.
Romanzo d'esordio in traduzione in oltre 30 paesi, Febbre all'Alba racconta la straordinaria storia d'amore tra i genitori di Péter Gárdos nata per lettera e per caso mentre si rimettevano in salute in Svezia.
In occasione dell'uscita del romanzo, l'autore sarà ospite del Circolo dei Lettori il prossimo 26 Novembre alle ore 18.30

Péter Gárdos, nato a Budapest nel 1948, è un regista ungherese di film e documentari per cinema e televisione. Tra questi La bambola di porcellana, Crimine Impunito e Coqueluche.
Febbre all'Alba è il suo romanzo d'esordio.

Questo romanzo mi ha particolarmente incuriosita.
E voi, Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
2

RECENSIONE : Quando All'Alba Saremo Vicini di Kristin Harmel



Buonasera Lettori! 
Come avete trascorso questa domenica pomeriggio?
Dopo aver bevuto una fumante tazza di tè caldo, mi sono accomodata davanti al mio pc portatile - con tanto di micia a supervisionare il lavoro - e ho pensato che fosse giunto il momento per condividere con  voi la mia personale opinione sulla mia ultima avventura letteraria..
Così, eccomi qua! Ancora con l'eco di un romanzo che mi ha colpita nel profondo, capace di toccare le corde più impolverate di ogni cuore. Vi avevo presentato Quando all'alba saremo vicino in uno degli ultimi appuntamenti con le segnalazioni e attraverso la rubrica dedicata alle mie nuove adozioni. Un romanzo che, come vi avevo anticipato in tale sede, aspettavo da tempo, dopo aver divorato ed amato il romanzo d'esordio di Kristin Harmel.
Con questo libro, la Harmel si conferma una scrittrice capace di avvolgere il lettore in un caldo abbraccio; parlando sì di amore, ma assaporandone ogni più piccola incantata bellezza che lo rende miracolosamente eterno.
Per dare una rapida occhiata al fulcro di questo romanzo, cliccate su INFO LIBRO!
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 5

L'apertura di Quando all'alba saremo vicini si presenta ai lettori con la stessa, imprevista ed agghiacciante forza di un pugno in pieno stomaco; un gesto che lascia semplicemente di sasso, senza fiato. La personalità della Harmel viene fuori fin dalle primissime pagine attraverso il suo stile, fluente e scorrevole, che permette al lettore di immedesimarsi immediatamente con i suoi personaggi e di ritrovarsi idealmente al centro di una storia tutta da scoprire.
Iniziamo a conoscere Kate dodici anni prima nella veste di donna, moglie ed amante di un uomo - - che il destino avverso decide di strapparle troppo presto con forza e crudeltà in una mattina di settembre come tante altre. Se non fosse per un segreto, appena sussurrato, che la morte di Patrick porterà dietro di sé, nel silenzio e nel dolore di un addio prematuro..

« Bisogna esporsi alla possibilità della ferita, del dolore.. una vita in cui non si rischia il cuore per le cose che contano davvero, non è una vita degna di essere vissuta! »

Nei lunghi anni che seguiranno, Kate cercherà di trovare il suo posto in un mondo che ha perso gran parte del suo significato, attraverso il suo lavoro di musico-terapista e grazie ad una parvenza di felicità ritrovata insieme al promettente Dan, un uomo così diverso da Patrick.
Ma è proprio all'alba della proposta di matrimonio che Kate inizia a fare sogni strani, reali e vividi, di una vita parallela insieme a Patrick - che può toccare, vivere ed amare ancora una volta - ed a una bambina, Hannah, che scoprirà essere sua figlia. Ma come è possibile, si chiede Kate, se il suo ginecologo le ha appena comunicato di non poter avere figli?
Ed è proprio grazie a quei sogni che Kate prende la decisione di abbandonare una realtà apparente per dedicarsi ad un percorso di vita volta esclusivamente a sè stessa, al suo desiderio di essere madre e all'amore che, per quanto incredibile possa sembrare, prova in cuor suo per quella dolce bambina che vive nei suoi sogni e che la chiama mamma. Ed è attraverso quegli incontri inspiegabili che Kate scopre come Hannah soffra di ipoacusia fin dalla nascita, spingendola, poi, nella vita reale, a comprendere meglio quella realtà a lei pressoché sconosciuta - sperando così di poter raggiungere un contatto vero con sua figlia - prima, intraprendendo un corso per apprendere il linguaggio dei segni e poi lavorando direttamente a contatto con bambini affetti dalla stessa sorte.
E qui il romanzo mi ha conquistata, definitivamente! Non conoscevo affatto questa realtà, nè tanto meno credevo che la musica rappresentasse un ottimo mezzo per aiutare questi bambini ad approcciarsi con gli altri e con il mondo che li circonda. La Harmel mi ha aperto gli occhi di fronte a tale tematica sociale; approcciandosi con rispetto e delicatezza, affrontando problemi e diversità in un modo semplice, diretto, comunicativo e indubbiamente emozionante. La stessa emozione che traspare chiaramente dalle parole di Kate, dai suoi gesti e dai forti sentimenti che la vita sta nuovamente facendo entrare nel suo cuore; un cuore che, passo dopo passo, comincia a sgelarsi, ad aprirsi a nuove possibilità e ad amare una vita finalmente serena e felice anche senza il suo Patrick.
Quando all'alba saremo vicini è uno dei romanzi più profondi letti in tutta la mia vita da lettrice; una storia d'amore, ma l'amore più puro e eterno che possa esistere: quella di una madre per il proprio figlio. L'istinto materno è il fulcro del viaggio introspettivo che Kate insegue per gran parte della narrazione. Un viaggio controverso, difficile e contrastato. Un viaggio fatto di aspettative e delusioni. Un viaggio che la condurrà inconsapevolmente proprio verso quel passato a cui per anni si aggrappava con tutta la sua forza, incapace di voltare pagina, incapace di lasciare andare quell'amore perfetto che la vita le aveva strappato troppo presto.
quello che la Harmel ci racconto attraverso il suo tratto peculiare ed originale è sicuramente
Senza ulteriori indugi, voglio consigliarvi questo romanzo sia per la tematica trattata che viene inserita con estrema sensibilità e conclamato rispetto sia per il modo in cui questo romanzo è in grado di far riflettere e far comprendere come ognuno di noi abbia il diritto e la responsabilità di scegliere la felicità sopra ogni avversità, ogni ostacolo che possa intralciare il nostro personale progetto di vita. Pescare la carta imprevisti durante il corso della nostra vita credo sia inevitabile, ma è fondamentale affrontare la vita, prenderla in pieno petto, camminare sempre a testa alta abbracciando ogni momento di gioia, serenità ed amore. Ovunque esso sia. Qualunque forma esso assuma!

Come avrete certamente capito, Quando all'alba saremo vicini è un romanzo che mi ha colpito nel profondo con uno strascico di emozioni che mi ha avvolto come un vortice impetuoso; per questo mi piacere leggere le vostre impressioni in merito.
Lasciatemi le vostre opinioni nei commenti..
Cristina
1

BUON COMPLEANNO LEGGERE IN SILENZIO - GIVEAWAY

Fissare la pagina bianca e non sapere da dove parte iniziare?
Lo stai facendo dannatamente bene! 

Da logorroica conclamata confesso di trovarmi in un assoluto stato di confusione e reale panico - scrivo e cancello, scrivo e cancello in loop praticamente da almeno cinque minuti buoni - da prestazione, o meglio, mi trovo sempre in difficoltà nel trovare le parole più giuste per descrivere le centinaia di emozioni che sfarfallano nella mia testa proprio in questo momento!

GRAZIE.
Grazie a Pamela - Catnip Design - per aver trasformato in realtà quello che la mia mente aveva concepito praticamente già da un anno. Grazie per la tua disponibilità, la tua gentilezza, la tua professionalità ed estro creativo che hai messo a mia disposizione; sei semplicemente la NUMERO UNO!
Grazie a voi, Lettori, e a quanti mi hanno accompagnato, supportato e sopportato in questo primo anno assieme. Non è stato un anno semplice, anzi. All'inizio mi sono trovata come un piccolo pesciolino sperduto nell'infinito oceano e la paura di non farcela, credetemi, è stata grande! Poi, le cose, come per magia, si sono incasellata perfettamente in un puzzle che, giorno dopo giorno, mi ha regalato emozioni, soddisfazioni, nuovi incontri, conoscenze e qualche bellissima #gioiadablogger che mi ha lasciato sempre senza fiato.

Ed è proprio per questo motivo che ho pensato di festeggiare questo 1° anno insieme a Voi con un ricco giveaway per quattro fortunati vincitori; dove ogni libro che verrà messo in palio proviene direttamente dalla mia amata e preziosa libreria: questo perchè spero di regalarvi non solo nuove avventure da vivere tra le loro pagine, ma anche un pezzo di me e del mio cuore...

1° e 2° ESTRATTO :

3° e 4° ESTRATTO :

COME PARTECIPARE :
1. Essere o diventare lettori fissi del Blog, cliccando sull'apposito box nella colonna a destra;
2. Condividere il banner nel vostro Blog e/o pagina facebook;
3. Condividere l'iniziativa nei vari social usando l' #BuonCompleannoLiS e taggando Leggere in Silenzio;
4. Commentare l'articolo lasciando la vostra mail per essere contattati in caso di vincita ed il/i link di riferimento della condivisione ai punti 2 e 3;
5. Diventare fan di Leggere in Silenzio, dell'account Twitter e Instagram ( se siete iscritti ai sociali elencati! )

N.B. Ogni punto verrà scrupolosamente controllato dalla sottoscritta :)

Come ultimo step, è sufficiente compilare il form sottostante che sarà attivo fino al prossimo 30.11.2015; il giorno successivo verranno estratti e comunicati i Fantastici4 sia nel Blog che attraverso la casella di posta.
I vincitori di tempo avranno 3 giorni di tempo per accettare il premio.

a Rafflecopter giveaway
Per qualsiasi domanda sono come sempre a vostra completa disposizione!
IN BOCCA AL LUPO LETTORI! 
Cristina
35

NOVITA' IN LIBRERIA #31 : La Ragazza Più Fortunata Del Mondo di Jessica Knoll

La ragazza più fortunata del mondo è un vero e proprio esordio letterario capace di conquistare l'America scalando la classifica del New York Times e vendendo più di 100.000 copie nel primo mese dalla sua pubblicazione. 
Viene descritto come un romanzo che trascina senza scampo, capace di lasciare il lettore con il dubbio che l'identità non sia altro che un sofisticato artificio della propria mente.
Un romanzo che scava nella psicologia umana.. che indaga attraverso un passato ed un presente irrimediabilmente legati da un doppio filo inestricabile.. capace di tenere saldamente incollati alle sue pagine senza respiro, senza possibilità di cedere! 
Così lo descrivono alcuni lettori ed io come potevo non presentarvelo?

INFO LIBRO
Quando era una ragazzina e frequentava la prestigiosa Bradley School, Ani FaNelli ha subìto davanti a tutta la scuola un’umiliazione scioccante che l’ha sconvolta al punto da spingerla a reinventare se stessa. Oggi, con un lavoro appagante, un guardaroba raffinato e un futuro marito di ottima famiglia, è a un passo dalla vita perfetta che si è impegnata tanto duramente a raggiungere. Ma Ani ha un segreto.  Nel suo passato c’è qualcosa di nascosto che continua a perseguitarla, un’esperienza intima e dolorosa che rischia di tornare a galla e rovinare tutto! Con una voce originale e attraverso colpi di scena del tutto inaspettati, La ragazza più fortunata del mondo mette in luce la spirale tumultuosa che si nasconde dietro l’immagine di una donna realizzata. Al centro di tutto una protagonista dal profilo tagliente, con un’ambizione sfrenata che cerca di seppellire una verità scandalosa, ma che ha un cuore molto più grande di quello che continua a mostrare... 

Rompere il silenzio distruggerà tutto ciò per cui Ani ha combattuto 
o, finalmente, potrà essere libera?

Jessica Knoll è un editor di Cosmopolitan e lavora anche per Self.
Cresciuta nella periferia di Philadelphia, ha studiato alla Shipley School di Bryn Mawr, in Pennsylvania, per poi laurearsi all'Hobart e al William Smith College di Geneva, New York. 
Vive a New Yorkcon il marito. 
La ragazza più fortunata del mondo è il suo romanzo d'esordio.

Ora la parola passa a voi, Lettori. 
Cosa ne pensate di questa novità? Personalmente credo che la copertina sia abbastanza incisiva, forse avrei sovrapposto il titolo alla rosa - e non il contrario - ed avrei utilizzato colori diversi per ottenere un maggiore contrasto rispetto al dark che fa da sfondo. 
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti.. 

Cristina
2

RECENSIONE : Un Terremoto a Borgo Propizio di Loredana Limone

Buongiorno Cari Lettori! 
E' passato già qualche giorno da quando ho voltato l'ultima pagina di Un Terremoto a Borgo Propizio e ancora riesco a sentire chiaramente il vociare impertinente dei suoi caratterizzanti abitanti, il silenzio assordante di un centro storico quasi deserto, il mistero che lo ha avvolto per settimane intere fino a giungere alla sua magistrale quanto arguta risoluzione fino alla normalità peculiare di quelle vite che inevitabilmente si intrecciano in una trama intricata, complesso e semplicemente affascinante.
Lasciatevi affascinare da questo terzo - e spero vivamente non ultimo - capitolo, abbracciando il calore di un paese che, lo scoprirete leggendo, è molto più familiare di quanto possa apparire a primo sguardo...

INFO LIBRO
A Borgo Propizio va in scena la vita che, si sa, è fatta di cose belle e di cose brutte. Cose belle, il borgo ne ha tante da sfoggiare da quando è risorto a nuova vita, con il Castelluccio restaurato e le imbellettate case del contado, ora affacciate sull'elegante pavé a coda di pavone della piazza del Municipio, e con l’elettrizzante fermento culturale che si respira già fuori della cinta muraria e che sicuramente fa rodere il fegato a fior di città d’arte. Ma un giorno qualcosa di molto brutto, un violento sisma, arriva inclemente a distruggere ampia parte del centro storico, gettando nella disperazione i propiziesi che tanto amano il loro paese. La villa del Comune sembra una scatola con il coperchio sfondato; il pavé è sprofondato quasi agli inferi; i lampioni, ora ciechi e senza luce, con le bocce frantumate, appaiono piegati alla catastrofe; le botteghe e le abitazioni sono squarciate, orribilmente. Felice Rondinella, appassionato sindaco, vive l’immane disastro come un fallimento personale, e Padre Tobia si sente troppo stanco per portare il peso della croce. Perché non si tratta solo del terremoto: al borgo i peccati sono diventati incontenibili e le confessioni scandalo allo stato puro. Non si capisce più nulla, tutto è sottosopra. L’unico fatto certo è che il professor Tranquillo Conforti, trovato a terra nella Viottola Scura, non ha avuto un infarto mentre scappava, spaventato dalle scosse, ma è stato ucciso. Un assassino a Borgo Propizio? La faccenda si complica..

« Borgo Propizio è anche questo: un balsamo per il cuore, un posto da favola dove vivere una fiaba, un luogo che ha il sapore delle ricette riuscite. 
Borgo Propizio, è terapeutico! »


Storia: 5 | Personaggi: 5 | Stile: 4 | Copertina: 4

Tornare a Borgo Propizio è come un abbraccio caldo ed atteso, ma a volte capita che dietro quello stesso abbraccio il destino porti con sé imprevedibili circostanze ed eventi, quasi impossibili da concepire, che rendono quel nuovo incontro ancora più forte, diretto ed emozionante.
Quasi tutto sembra essere oramai perduto dopo che un forte e distruttivo evento sismico sconvolge il Borgo ed i suoi abitanti, aggiungendovi anche la sconcertante scoperta di un omicidio che getta il paese nella più efferata confusione.
Basilica San Francesco di Assisi
Quello che scopriamo e viviamo nelle pagine di questo romanzo non sono soltanto le paure, i timori, nel bene e nel male, attraverso le apparenti ma naturali difficoltà dei singolo personaggi - oramai diventati per noi lettori amici in carne ed ossa - che abbiamo imparato a conoscere, ammirare, apprezzare ed amare come se fossero parte della nostra stessa vita.
le fragilità e le delusioni di una piccola realtà umana che si trova improvvisamente spaesata e senza futuro, ma anche l'evoluzione
Avendo provato nella mia stessa pelle cosa significa subire le conseguenze di un terremoto, evento che si percepisce e si vive nell'animo e nelle certezze di tutto ciò che ti circonda - da umbra in quel non troppo lontano 1997 e da volontaria durante il terremoto de L'Aquila nel più recente 2009 - le prime pagine di questo romanzo mi hanno colpito dritto al cuore; nella loro intensità, nei sentimenti che vengono trasmessi con semplicità, diretta empatia e massimo rispetto senza mai cadere in inutili frasi fatte o in parole di circostanza; belle sì, in apparenza, ma palesemente ridondanti nella concretezza della tragedia narrata.
E sullo sfondo di tale fatalità che, direttamente ed indirettamente, avvolge tutto il Borgo, assistiamo come spettatori curiosi ed inconsapevoli al sisma interiore dei numerosi personaggi che, capitolo dopo capitolo, si affacciano, ci salutano e ci parlano attraverso azioni, ripensamenti, delusioni, paure, gelosie, dolore, rivalità e quel tangibile, immancabile senso d'amore che affiora in un epilogo capace di toccare con sensibilità, ironia ed un pizzico di arguzia le corde sensibili dell'animo e del cuore, anche di quelli più recalcitranti.

« L'amore dà molti diritti, il diritto di amare, naturalmente, 
e il diritto di non amare... »

Non voglio entrare nei dettagli delle singole storie che Loredana Limone ci serve in un interessante, coinvolgente e quanto mai complicato piatto d'argento: vorrei, infatti, proprio come è accaduto a me leggendo il romanzo, che sappiate assaporare ogni singola novità, ogni più piccolo cambiamento, ogni smentita ed ogni conferma che i nostri amati Borghigiani sapranno regalarci tra le righe di ogni pagina.
Inutile aggiungere che vi consiglio assolutamente la lettura anche di questo terzo emozionante capitolo; un capitolo che riesce a mescolare perfettamente le tinte gialle e rosa di un perfetto borgo che non c'è, ma a cui certamente non riusciamo a fare a meno!
E se ancora non avete avuto la fortuna di incrociare nel vostro cammino la strada che vi conduca a Borgo Propizio, armatevi di navigatore e spalancate la vostra finestra su un mondo che sono certa vi catturerà irrimediabilmente fin dai primi, fugaci incontri.
E, per finire, voglio lasciarvi con quella che per me è più una speranza che una conclusione: la speranza di tornare a passeggiare tra quelle vie, abbracciare gli amati paesani e vivere ancora della loro solarità, della loro allegra spensieratezza e delle inevitabili discussioni che animano l'atmosfera di ogni famiglia che si rispetti.. io sono decisamente pronta a tirarmi su le maniche, sporcarmi un bel po' le mani e RICOSTRUIRE insieme, mattone su mattone! 
Non è vero, Loredana? :)

E voi, Lettori, cosa ne pensate?
Conoscete Borgo Propizio o avete letto le sue rocambolesche avventure?
Lasciatemi le vostre considerazioni, opinioni, critiche o impressioni nei commenti..
Cristina
9

NOVITA' IN LIBRERIA #30 : [ Fabbri, Harlequin Mondadori e Newton Compton Editori ]

Ed immancabile come ogni settimana, torna il nostro consueto appuntamento con le novità in libreria! Oggi ho preso dal mazzo tre interessanti nuove uscite che, tra le numerose segnalazioni arrivate nella mia casella di posta da ogni angolo dell'editoria italiana e non, mi hanno particolarmente colpito, andando ad abbracciare ogni gusto ed ogni genere che possa piacevolmente intrigare ogni lettore.
Scopriamoli insieme..

DAL 29 OTTOBRE IN LIBRERIA.
Sono anni che Fanny si attiene quotidianamente a una stretta regola di vita, il Manifesto della Felicità, compilato dalla sua migliore amica sotto forma di decalogo: telefona a un’amica, annota i lati positivi della giornata, fatti dei regali, sorridi agli sconosciuti, fai una buona azione, guarda meno TV. Ed è proprio grazie al manifesto che Fanny ha incontrato il futuro sposo Matt, bellissimo e affascinante, ma un po’ troppo devoto alla carriera. Un giorno a sconvolgere la vita di Fanny arriva sua madre, un vero e proprio tornado inarrestabile. E come se non bastasse, c’è un ragazzo nuovo che le fa battere il cuore come Matt non fa più da tempo..
Esiste davvero una regola per salvarsi dai disastri in amore?

Casa Editrice : Fabbri
Prezzo : 15.90€ || Pagine : 363




DAL 27 OTTOBRE IN LIBRERIA.
Delia Moss non è ben sicura di sapere dove ha sbagliato.
Quando ha chiesto al suo fidanzato Paul di sposarla e ha scoperto che lui andava a letto con un'altra, ha pensato che fosse colpa sua. 
Quando ha realizzato che la vita non sarebbe più stata la stessa, ha pensato che fosse colpa sua. 
Ma quando Paul si rifà vivo come se niente fosse accaduto, Delia inizia a pensare Forse non solo io il problema. Forse il problema sei tu. 
Da Newcastle a Londra e ritorno , tra lavori loschi , capi eccentrici e giornalisti belli ma noiosi, Delia deve scoprire cosa ne è stato della sua vita e che fare del suo futuro.. 

Autore : Mhairi McFarlane
Casa Editrice : Harlequin Mondadori
Prezzo : 14.90€
Pagine : -




Casa Editrice : Newton Compton Editori
Prezzo :
12.00€
Pagine : 480
DAL 29 OTTOBRE IN LIBRERIA.
2004. Mentre Papa Giovanni Paolo II è sempre più debole e il suo potere vacilla sotto la scure della malattia, una misteriosa mostra viene allestita nei Musei Vaticani. Ma, una settimana prima dell’inaugurazione, il curatore viene assassinato nei giardini della residenza papale di Castel Gandolfo. Nelle stesse ore, in Vaticano, un malintenzionato si introduce nella casa in cui vivono il prete cattolico di rito greco Alex Andreou – consulente della mostra – e il suo figlioletto di cinque anni. I due crimini sono chiaramente collegati, ma la gendarmeria pontificia brancola nel buio, così Alex decide di portare avanti una sua indagine privata. Per trovare il killer, però, deve ricostruire la straordinaria scoperta del curatore della mostra: la più importante reliquia del Cristianesimo, il cui segreto è custodito all’interno dei quattro Vangeli e di un quinto, sconosciuto ai più, chiamato Diatessaron. Ma proprio quando padre Alex comincia a capire quali sconvolgenti conseguenze potrebbe avere una simile rivelazione sul futuro del mondo e della Chiesa, si ritrova braccato da qualcuno senza scrupoli, che segue ogni sua mossa. Stavolta, per sopravvivere, dovrà usare tutto il suo sapere e battere in astuzia chi vorrebbe metterlo a tacere...

E anche il mese di ottobre si è concluso con interessanti #novitàinlibreria decisamente per tutti i gusti e generi preferiti. Le occasioni certo non ci mancano, vero?
Avete già letto qualcuno di questi titoli? O vi hanno intrigato nei vostri viaggi, reali o mediatici, in libreria?
Lasciatemi le vostre impressioni e/o considerazioni a caldo nei commenti :)
Cristina
0

ANTEPRIMA #29 : Va', metti una sentinella di Harper Lee

Buongiorno Lettori. 
Nel nostro consueto appuntamento settimanale con le #anteprimeinlibreria voglio presentarvi quello che non è semplicemente un romanzo ritrovata dopo ben sessanta anni dalla sua originale stesura, ma un vero e proprio gioiello prezioso della letteratura internazionale.
Qualche mese fa, avevo condiviso con voi la mia entusiastica recensione di Il Buio Oltre La Siepe di Harper Lee e tra qualche settimana potremo leggerne l'atteso continuo grazie alla casa editrice Feltrinelli che ne ha acquistato i diritti!
Go set a watchman [ in italiano, Va, metti una sentinella ] è stato dimenticato per molti anni e ad oggi ritrovato in una cassetta di sicurezza, sbadatamente archiviato come appendice - ricorda Gianluca Foglia, direttore editoriale di Feltrinelli - e si presenta come un romanzo ricco di saggezza, umanità, passio ed umorismo che ha già contraddistinto il suo primo capolavoro.

IN LIBRERIA DAL 19 NOVEMBRE.
Maycomb, Alabama. 
La ventiseienne Jean Louise FinchScout – torna a casa da New York per visitare l’anziano padre, Atticus. 
Ambientato sullo sfondo delle tensioni per i diritti civili e il trambusto politico che negli anni cinquanta stanno trasformando il Sud degli Stati Uniti, il ritorno di Jean Louise prende un sapore agrodolce quando viene a sapere verità inquietanti sulla sua famiglia, sulla cittadina e sulle persone che le sono più care. 
Tornano a galla ricordi dell’infanzia, e i suoi valori e convincimenti sono messi seriamente in discussione..

Un'opera d'arte profondamente toccante che aggiunge profondità, contesto ed un nuovo significato ad un classico della letteratura internazionale! 

Prezzo : 18.00€ || Pagine : 272


Harper Lee è nata a Monroeville nell'Alabama nel 1926. Amica di Truman Capote da quando aveva 3 anni, fu consigliata da lui a mettere per iscritto i racconti che lei gli andava facendo della propria infanzia. Un giorno abbandonò il lavoro per scrivere il suo libro: nacque così Il Buio Oltre La Siepe che le valse un immediato successo di pubblico e critica insieme alla vittorie del Premio Pulitzer nel 1960.
Feltrinelli pubblica a Novembre del 2015 Va', metti una sentinella, romanzo ritrovato di Lee ed ambientato venti anni dopo le vicende del suo primo capolavoro. 

Cosa ne pensate, Lettori? Lo leggerete? 
Io credo proprio di sì! Anzi, appena letta la notizia della sua uscita, già non vedevo l'ora di conoscere e scoprire le evoluzioni dei singoli protagonisti..
Fatemi sapere le vostre impressioni e/o considerazioni a caldo nei commenti :)
Cristina
0
Powered by Blogger.
Back to Top