Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

In Libreria

In Libreria
IN LIBRERIA

Ciak Si Gira

Ciak Si Gira
CIAK SI GIRA

COOKIE PRIVACY POLICY

La presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall' Art.10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE in materia di Cookie.

Il sito Leggere in Silenzio fa uso, in alcuni casi, dei cookie. L'uso dei cookie è prevalentemente legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema. Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l'utente personalmente, ma contengono informazioni generali riguardanti le impostazioni del computer, il tipo di browser, il sistema operativo, l'indirizzo IP, la data e l'orario della Sua visita.

CHE COSA SONO I COOKIES.
I cookie sono piccoli file di testo salvati sul Suo computer o sul Suo dispositivo mobile. Non occupano molto spazio, e, una volta scaduti, saranno rimossi automaticamente. Alcuni cookie scadranno alla fine della Sua sessione Internet, mentre altri rimarranno salvati per un periodo più lungo, ma comunque limitato. Questo sito usa i cookie per fare sì che la Sua visita sia il più possibile piacevole. Ci sono diversi tipi di cookie, usati in diversi modi. Alcuni hanno la funzione di consentirle di sfogliare il sito web e di vedere determinate foto. Altri servono a darci un'idea delle Sue esperienze nel corso della Sua visita, per esempio le difficoltà che incontra nel trovare quello che cerca; in tal modo possiamo migliorare e rendere il più possibile piacevoli le Sue visite future.
Per ulteriori informazioni si rimanda a Cookie Central.

TIPOLOGIE DI COOKIE UTILIZZATE NEL SITO
A seguire i vari tipi di cookie utilizzati dal sito in funzione delle finalità d'uso.

COOKIE TECNICI
Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie:

  • persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata (a brevissimo termine)
  • di sessioni: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso
Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l'utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

COOKIE ANALITICI
I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull'uso del sito. Il Sito userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l'utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell'utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

COOKIE DI ANALISI DI SERVIZI DI TERZE PARTI
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

COOKIE PER INTEGRARE PRODOTTI E FUNZIONI DI SOFTWARE DI TERZE PARTI
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.
Il Sito, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

  • Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito
  • Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti
Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

SITI WEB E SERVIZI DI TERZE PARTI
Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da Reading is believing che quindi non risponde di questi siti.

MAILING LIST O NEWSLETTER
Con la registrazione alla mailing list o alla newsletter, l’indirizzo email dell’Utente viene automaticamente inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email contenenti informazioni, anche di natura commerciale e promozionale, relative a questa Applicazione. L'indirizzo email dell'Utente potrebbe anche essere aggiunto a questa lista come risultato della registrazione a questa Applicazione o dopo aver effettuato un acquisto.
Dati personali raccolti: Cognome, Cookie, Email e Nome.
Per farlo questo blog usa Feedburner, per ulteriori informazioni si rimanda alla Privacy Policy di Google.

SITI TERZI

  • Facebook Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Facebook
  • Twitter Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Twitter
  • Goodreads Il pulsante Goodreads e widget sociali di Goodreads sono servizi di interazione con la piattaforma Goodreads, forniti da Goodreads. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Goodreads
  • Google Analytics Usato per tracciare anonimamente i visitatori: Le informazioni raccolte sono utili per migliorare il sito. Sono raccolte in forma anonima. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Google Analytics
  • Bloglovin Il pulsante Bloglovin e widget sociali di Bloglovin sono servizi di interazione con la piattaforma Bloglovin, forniti da Bloglovin. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Bloglovin
  • Rafflecopter Il pulsante Rafflecopter e widget di Rafflecopter sono servizi di interazione con la piattaforma Rafflecopter, forniti da Rafflecopter. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Rafflecopter
  • YouTube Il pulsante YouTube e widget di YouTube sono servizi di interazione con la piattaforma YouTube, forniti da YouTube LLC. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di YouTube
  • Easy Pools Il pulsante Easy Polls e widget di Easy Polls sono servizi di interazione con la piattaforma Easy Polls, forniti da ObjcetPlanet. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di ObjcetPlanet

COME DISABILITARE I COOKIES
Può modificare le impostazioni del Suo browser in modo che i cookie siano cancellati o non vengano salvati nel Suo computer o dispositivo mobile senza il Suo consenso esplicito. 
La sezione Aiuto del Suo browser Le deve fornire informazioni sul modo di gestire le Sue impostazioni relative ai cookie. Qui può vedere come si fa con il Suo browser:
Chrome
Eseguire il Browser Chrome ● Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione ● Selezionare Impostazioni ● Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate ● Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ ● Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: Consentire il salvataggio dei dati in locale ● Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser ● Impedire ai siti di impostare i cookie ● Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti ● Gestire le eccezioni per alcuni siti internet ● Eliminazione di uno o tutti i cookie

Mozilla Firefox
Eseguire il Browser Mozilla Firefox ● Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione ● Selezionare Opzioni ● Seleziona il pannello Privacy ● Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate ● Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ ● Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento ● Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato ● Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali ● Dalla sezione “Cronologia” è possibile: Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) ● Rimuovere i singoli cookie immagazzinati

Internet Explorer
Eseguire il Browser Internet Explorer ● Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet ● Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: Bloccare tutti i cookie ● Consentire tutti i cookie ● Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti.

Safari 6
Eseguire il Browser Safari ● Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy ● Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet ● Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli ● Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)
Eseguire il Browser Safari iOS ● Tocca su Impostazioni e poi Safari ● Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” ● Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati.

Opera
Eseguire il Browser Opera ● Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie ● Selezionare una delle seguenti opzioni: Accetta tutti i cookie ● Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati ● Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati.


RETI SOCIALI
Il nostro sito web e le applicazioni (mobili) mettono a disposizione Social Plug-in di diverse reti sociali. Se Lei sceglie di interagire con una rete sociale, quello che Lei fa sul nostro sito web o tramite le nostre applicazioni (mobili) potrà essere recepito anche da reti sociali come Facebook e Twitter.
Se Lei ha effettuato l'accesso a una di queste reti sociali e vi rimane durante la Sua visita a uno dei nostri siti web, o l’uso di applicazioni (mobili), è possibile che la rete sociale aggiunga al Suo profilo informazioni relative a tale visita. Se sta interagendo con uno dei Social Plug-in, anche queste informazioni passeranno alla rete sociale. Se non vuole autorizzare questo trasferimento di dati, esca dalla rete sociale prima di accedere a uno dei nostri siti web o di usare nostre applicazioni (mobili).
Questo sito non può fare niente per influire sul rilevamento e trasferimento di dati operato dai Social Plug-in. Per informazioni dettagliate sul modo in cui la rete sociale rileva ed elabora dati, sui Suoi diritti e su come Lei può impostare una tutela soddisfacente dei Suoi dati, consulti le norme sulla tutela dei dati personali adottate dalla rete sociale in questione: servizi di GoogleFacebookTwitter.



TITOLARE DEL SITO : Borghesi Cristina
INDIRIZZO EMAIL : cristina.borghesi@yahoo.it

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento. 

Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito. 

In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di opt-out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa. 

Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.
0

RECENSIONE : Per Dieci Minuti di Chiara Gamberale

Buongiorno Lettori. 
Avete già partecipato al giveaway di Violet? QUI tutte le informazioni per l'estrazione, non perdete questa bella occasione di ricevere a casa una copia autografata :)
Ma senza troppi indugi, vi lascio alla nuova recensione fresca fresca di battitura del romanzo di Chiara Gamberale « Per Dieci Minuti » con tutte le mie impressioni e reazioni a caldo.
Aspetto anche le vostre..

Casa Editrice : Feltrinelli
Prezzo : 16.00 | Pagine : 187
I dieci minuti che ogni giorno dedichi a te. 
Dieci minuti, tutti i giorni, per un mese. 
Il tempo necessario per fare qualcosa di nuovo, qualcosa che non hai mai fatto prima!
Dieci minuti per lasciarsi alle spalle tutto, per cercare di non accorgersi che tutto ciò che avevi non è più tuo, che non sei più ciò che eri, che la vita come la conoscevi non sarà più la stessa.
Dieci minuti al giorno per riuscire a guardare avanti.. 

« In effetti il meglio della vita sta in tutte quelle esperienze interessanti che ancora ci aspettano: con il gioco dei dieci minuti lo sto imparando! 
Dunque sta nei libri che tutti hanno letto, ma che, per qualche imprecisato motivo, noi ancora no..  »

Storia: 3 | Personaggi: 4 | Stile: 3 | Copertina: 4

Libro che non ho scelto nè acquistato, ma che è stato regalato a mia madre da alcune colleghe di lavoro e che è naturalmente passato tra le mani della sottoscritta! 
« Fammi sapere di cosa parla.. » le parole di mia madre.
E dopo averlo ricevuto ad inizio anno, iniziato ed abbandonato per qualche mese, finalmente ripreso in mano qualche giorno fa, sono pronta a rispondere alla richiesta..

Premettendo che Per Dieci Minuti presenta un contenuto propriamente biografico e che, da un diario trito e ritrito, non si può nemmeno pretendere più di tanto, leggendo questo romanzo mi sono ritrovata in uno di quei ( per fortuna! ) rarissimi casi in cui mi sono approcciata ad un libro nella più totale e preoccupante apatia. 
L'idea di base scelta dalla Gamberale era indubbiamente molto interessante ed originale, quasi
terapeutica oserei dire, ma lo sviluppo della stessa, a mio personale avviso, proprio non ha funzionato.

« Si diventa così sordi, quando la paura di perdersi supera la voglia di trattenersi.. »

In alcune sue parti lo stile sembrava perdere la sua incisività e ritmica naturale, appesantito da inutili ed evitabili ripetizioni, e le parole, d'altro canto, sembravano quasi messe lì per caso, in una maniera veloce e tirata via, come guidate dalla fretta e frenesia di passare al capitolo successivo. Questi gli aspetti negativi che mi hanno fatto storcere il naso, ma, come precisato all'inizio della recensione, fortunatamente accompagnati da vari aspetti positivi. 
Per Dieci Minuti ruota attorno alla necessità di cambiamento provato e testimoniato da Chiara dopo essere stata silente testimone di decisioni e cambiamenti che si sono abbattuti nella sua vita come un impetuoso mare in tempesta. Un cambiamento non facile ottenere e raggiungere se tutta la tua vita ruotava attorno ad un unico luogo e ad un'unica fondamentale persona che, senza troppi timori ed umani ripensamenti, decide che tu non sei più abbastanza, che quella vita non è più sua e ti abbandona lì, inerte, dall'oggi al domani. 

Questa è la lotta di Chiara. Una lotta che si esprime in un gioco che, una volta fatti i conti con la realtà della nuova ed obbligata vita, rappresenta una vera e propria corsa ad ostacoli fatta di piccoli traguardi giornalieri nell'arco di un mese: dedicare quotidianamente 10 minuti a qualcosa che mai aveva provato, tentato, gustato, assaporato e vissuto prima nei suoi 36 anni di vita!
Ed il cambiamento avviene. Lento e misurato; difficile e complicato; con quel piccolo sprazzo di nostalgia per il passato, ma anche tanto desiderio di vivere e vedere il futuro!

« Ci sono persone che non dobbiamo sforzarci di accogliere: sono già entrate nella nostra vita mentre noi non cene rendevamo conto. Mentre a chissà cos'altro stavamo pensando.. 
E allo stesso modo, ci sono persone che non dobbiamo sforzarci di allontanare. Di fatto sono già fuori. Anche loro, sono uscite mentre non ce ne rendevamo conto.. »

Una trama d'impatto che presenta l'attraente potenzialità di lasciare spazio a diversi spunti di riflessione. Un romanzo che, forse, ha perso molto della sua forza proprio per la decisione di trasportare questa esperienza sotto forma di diario personale.
Lettori, cosa ne pensate? Avete letto questo romanzo?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..

Cristina
2

GIVEAWAY : Copia Autografata di Violet di Jessica Brody

Buongiorno Lettori.
Per me è un vero onore ed enorme piacere ( misti ad una discreta dose di inevitabile responsabilità! ) inaugurare il primo giveaway del Blog in collaborazione con la casa editrice Fannucci che ha messo a vostra disposizione una copia autografata di Violet, l'intenso ed imperdibile romanzo di Jessica Brody QUI potete trovare un'interessante intervista alla scrittrice, rilasciata durante il Salone del Libro a Torino, ndr. )

SINOSSI : Quando il volo 121 della Freedom Airlines precipita nell'oceano Pacifico, nessuno si aspetta che ci siano dei superstiti. Così, la notizia di una giovane donna ritrovata a galleggiare tra i rottami dell'aereo, praticamente illesa, fa il giro del mondo. Nessuno sa spiegarsi come possa essere sopravvissuta... tantomeno lei. La sua mente è una tabula rasa: non ricorda il proprio nome né nessun avvenimento della sua vita, e non sa cosa ci facesse su quel volo. Le sue impronte digitali e il suo DNA non si trovano in alcun database, nessuno ha denunciato la sua scomparsa. Intrappolata in un mondo che non riconosce, con delle abilità che non è in grado di comprendere e ossessionata da una minaccia che è solo un'eco nella sua testa, la misteriosa ragazza si sforza di rimettere insieme i pezzi del proprio passato e scoprire chi è veramente. Ma a ogni indizio seguono nuove domande, e il tempo per trovare le risposte è sempre meno. La sua unica speranza è un ragazzo affascinante, che sostiene di conoscerla da prima dell'incidente e di averla aiutata a fuggire da un esperimento top secret. Ma lei di chi può fidarsi davvero?


E se la vostra memoria venisse meno, quale ricordo vorreste conservare intatto?

Rispondete nei commenti contestualmente ai semplici passi elencati sotto per partecipare all'estrazione.


COME PARTECIPARE :

1. Essere o diventare lettori fissi del Blog, cliccando sull'apposito box nella colonna a destra;
2. Condividere il banner nel vostro Blog ( solo per i Blogger! );
3. Condividere l'iniziativa nei vari social taggando, dove possibile, gli account twitter della casa editrice @leggereditore @fannuccieditore e della scrittrice @JessicaBrody usando l' #VioletJessicaBrody
4. Commentare l'articolo lasciando la vostra mail per essere contattati in caso di vincita ed il/i link di riferimento della condivisione al punto 3;
5. Diventare fan della pagina facebook di Leggere in Silenzio e del profilo Twitter;
6. Seguire la pagina Fanucci e LeggerEditore

N.B. Ogni punto verrà scrupolosamente controllato :)

Per partecipare al GiveAway è sufficiente compilare il form sottostante da oggi 27.05.2015 a domenica 07.06.2015.
Verrà estratto e comunicato il vincitore tramite il Blog e, personalmente, attraverso la casella di posta comunicata.
Il vincitore avrà tempo 3 giorni per rispondere ed accettare il premio.

a Rafflecopter giveaway
PARTECIPATE NUMEROSI!
Non mi resta altro che farvi un enorme IN BOCCA AL LUPO * fingers crossed *

Cristina
20

INTERVISTA : Jessica Brody di « Violet »

Durante il Salone Internazionale del Libro a Torino, Jessica Brody autrice del romanzo Violet  è stata ospite dello stand di Fanucci Editore dove ha rilasciato un' interessante intervista fatta da 16 diverse blogger scelte tra più di 300 presenti nella mailing list tra cui anche Leggere in Silenzio.
Non posso che ringraziare la casa editrice per la fiducia riposta :)


DOMANI VERRA' PUBBLICATO NEL BLOG IL GIVEAWAY CON IN PALIO UNA COPIA DI VIOLET AUTOGRAFATA DA JESSICA!

Non perdete di vista queste pagine e domani avrete tutti i dettagli dell' imperdibile iniziativa! 

© per gentile concessione di Fanucci Editore
Ciao Jessica, parlaci di Violet. Come hai avuto l'idea? Da cosa sei stata ispirata?
Nel 2009 ho letto la notizia di una ragazza sopravvissuta ad un incidente aereo, aveva 14 anni, tutti gli altri passeggeri morirono e lei fu l'unica sopravvissuta. E' stato un evento grave, strano; non esiste alcuna spiegazione su come sia stata l'unica sopravvissuta se non un miracolo. Mi sono posta delle domande come, per esempio, cosa è accaduto alla sua memoria in un momento simile? Era in grado di ricordare il proprio nome o qualche altra cosa? Cosa sarebbe accaduto se il suo nome non fosse comparso sulla lista passeggeri e le sue impronte digitali non fossero state registrate? 
Mi sono anche chiesta cosa sarebbe successo se lei avesse avuto dei poteri sovrumani. La domanda più importante è stata: qual è la vera ragione per cui è sopravvissuta all'incidente? Queste sono le domande che mi hanno spinta a scrivere il libro.


C'è una ragione precisa dietro la scelta di una protagonista femminile?
Ci sono due ragioni per le quali ho scelto una protagonista femminile. La prima, la più importante, è che io amo leggere storie di giovani donne dal carattere forte. Per questo motivo ho creato il personaggio di una ragazza superiore, ma, allo stesso tempo, fragile. Il secondo motivo è che, da donna, questa scelta mi ha permesso di interfacciarmi al meglio con il personaggio. Penso anche che ci siano molti libri con protagonisti maschili e che sia ora di dare voce a più personaggi femminili.

Se potessi entrare nel tuo libro, quale personaggio ti piacerebbe incontrare?
Credo che mi piacerebbe incontrare Cody, il fratello adottivo. Credo che sia un personaggio molto divertente e con una grande personalità.

Hai un qualche particolare oggetto che ti ha tenuto compagnia durante la stesura del libro?
Sono stata a Disney World e ho comprato una tazza da tè. Sono una sognatrice e mi piace fantasticare sulle cose: la chiamo la mia tazza magica e ho convinto me stessa che in qualsiasi momento io beva caffè o tè da quella tazza è come se bevessi un succo magico. Ogni giorno mi siedo, sorseggio e aspetto l'ispirazione per scrivere.

© per gentile concessione di Fanucci Editore
Quali canzoni ascoltavi durante la stesura del libro?
Non ricordo con precisione, solo alcune: Save Me di Eminem, A Thousand Years di Christina Perri, Treacherous di Taylor Swift.

Se ti venisse chiesto di salvare un ricordo, prima che la tua memoria venga cancellata, quale salveresti?
Nel libro Seraphina non ricorda la propria identità e cerca di ricordare. Alla fine credo che se la tua memoria viene cancellata o la perdi ci sarà sempre una voce vera, la tua, dentro di te. E in quella bisogna sempre credere!

In questo periodo le trilogie vanno di moda. Il primo libro finisce sempre con un colpo di scena irrisolto, mentre tu hai deciso di scrivere un finale del primo libro soddisfacente. Perchè questa scelta?
E' una domanda molto interessante. L'idea di concludere un romanzo con un colpo di scena finale che si collega ad un secondo libro è utile e affascinante, ma, dopo averci pensato, ho deciso di dare una conclusione alla storia, di dare a chi legge la soddisfazione che merita. Mi rende molto felice sentire che i lettori hanno apprezzato questa scelta.

Cosa pensi si dovrebbe fare per avvicinare nuovi lettori ai libri e in special modo ai tuoi romanzi?
Mentre crescevo, durante l'adolescenza, non ero una grande lettrice, ho iniziato a leggere molti libri intorno ai 20 anni. Per me è molto importante scrivere libri e renderli leggibili sia per le persone a cui piace molto leggere sia alle persone che non leggono molto. Per fare ciò ho costruito ogni personaggio con una evoluzione veloce, ogni personaggio ha una sua piccola auto-conclusione o qualcosa che fa capire che la sua storia continuerà. Le persone che leggono il mio libro lo fanno come se vedessero un film, quindi ho voluto scrivere tenendo un ritmo veloce. Penso che ogni tipologia di libro potrebbe avere un appeal presso lettori meno forti se si tenesse un ritmo alto della narrazione, così da essere percepito più come un film che come un libro.

Violet è intrappolata in un mondo che non riconosce. Pensi che oggi siamo nella stessa condizione? Quali sono le ragioni di questo comune disagio?
Credo che Violet si senta intrappolata così come si sentono i ragazzi, maschi e femmine, che attraversa l'età dell'adolescenza. Violet Serafino non è consapevole delle sue potenzialità, in realtà lei è forte più di qualunque altro. Penso che i ragazzi e le ragazze di quest'età non si sentano mai abbastanza in ogni tipo di situazione. Quindi, in un certo senso, sì, credo che questa storia sia anche una metafora dei nostri tempi!

Il tuo libro è stato opzionato per il cinema, hai paura che la tua storia verrà travisata?
Non ho paura che la storia possa essere travisata perchè un libro è una cosa diversa da un film. A volte cambiare qualcosa per adattare un libro al film può essere buono, a volte no. Ma credo che sia interessante spendere del tempo a lavorare su questo tipo di trasposizione; posso imparare molto dal mondo del cinema. In ogni caso, qualunque sia l'esito cinematografico, ciò di cui sono certa e mi rende tranquilla è il fatto che il libro non cambierà, rimarrà lo stesso anche se il film sarà terribile ( ma non penso! ). Il libro è ancora quello che le persone hanno letto. Una volta visto il film si può sempre tornare al libro, leggerlo e rileggerlo.

© per gentile concessione di Fanucci Editore
Sei coinvolta in qualche modo nella sceneggiatura?
Lo sono nel senso che leggerò la sceneggiatura quando sarà finita, potrò porre questione e proporre cambiamento, se sarà necessario.
Questo è un processo molto delicato e le persone che stanno lavorando alla trasposizione lavorano nel settore cinematografico da molto tempo, quindi aspetto di vedere cosa ne verrà fuori.

Alcune domande più personale: come hai deciso di diventare scrittrice full time?
Volevo essere una scrittrice già da molto piccola, prima che mi piacesse leggere.
Così ho iniziato a creare mondi, intrecci che non facevo leggere a nessuno.  A livello pratico ho iniziato a scrivere all'età di sette anni perchè avevo una maestra a scuola che ci chiedeva di comporre un paragrafo sui libri che leggevamo; la trovavo una cosa molto semplice in confronto alle altre materie scolastiche.

Ci sono molte blogger, fan e lettrici che amano il tuo libro, la maggior parte sono molto giovani e tantissime vorrebbero diventare scrittrici. Che consiglio puoi dar loro? Qual è la tua esperienza?
Credo che diventare scrittrici sia come diventare dottori o avvocati, ci sono anche passaggi noiosi. Per uno scrittore la cosa più difficile è finire un libro. Sviluppare e terminare un libro è molto più difficile che iniziarlo: hai una grande idea, sei ispirata, ami quello che scrivi e pensi che stai scrivendo la cosa migliore del mondo. Poi, succede qualcosa, nel tuo cervello: hai nuova idea che è una gran buona idea e ritorna la fiducia nella scrittura.. Credo che sia sempre importante finire sapendo che puoi avere un altro milione di idee. E vorrei aggiungere che non c'è niente di più sexy di avere una nuova idea! Per quanto riguarda la mia esperienza, avevo iniziato a studiare materie economiche e a lavorare nel mondo della finanza, ma non avevo mai smesso di esercitare la fantasia. Penso che si possa insegnare come scrivere, ma l'esercizio della fantasia è un esercizio da compiere ogni giorno. Per quanto riguarda i giovani scrittori credo che la cosa più importante sia far capire loro cosa significa lavorare e cosa non lo sia. Quando si lavora bisogna insistere quotidianamente ed essere determinati. Questo per me è il decimo libro ed ora è facile vedere cosa c'è di sbagliata, individuare gli errori, ma poi devo sempre confrontarmi con qualcuno, il mio editor ad esempio.

Tra poco i lettori italiani leggeranno il secondo libro di Violet, vuoi dirci qualcosa su ciò che succederà?
Non dirò molto sul secondo libro: parlerò in codice! Ma per chi ha letto il primo sarà facile capire di cosa sto parlando. Nel primo libro c'è un grande colpo di scena ATTENZIONE SPOILER! e, alla fine di essi, Seraphina e Zen scappano da un luogo molto importante.. Il secondo inizia con il racconto di ciò che avviene sei mesi dopo questa fuga, ovvero il loro arrivo in un posto molto speciale. Presto scopriranno che questo posto non è così sicuro e perfetto come sembra! Nuovi pericoli li attendono.. E Diotech ( che sta cercando Seraphina! ) ha uno sviluppo inaspettato: farà accadere qualcosa che, forse, gli consentirà di incastrarla per portarla indietro..

© per gentile concessione di Fanucci Editore

Lettori, cosa ne pensate? Avete letto il libro?
E se non lo avete ancora fatto, non perdete il giveaway con il palio una copia autografata!
Appuntamento a domani..

Cristina
0

ANTEPRIMA #14 : Sulla Sedia Sbagliata di Sara Rattaro

Dopo i successi letterari ottenuti con Non Volare Via e Niente è come Te, la casa editrice Garzanti  ripropone il romanzo d'esordio di Sara Rattaro in una veste completamente nuova e rivisitata rispetto all'originale.
Sulla Sedia Sbagliata è un romanzo che parla di perdono e speranza attraverso storie che esaltano il profondo ed incondizionato amore tra madre e figlio e di come, nella vita reale e spietata di ogni giorno, il senso di colpa possa percorrere le strade più diverse senza mai condurre ad una sola incontrovertibile verità..

Casa Editrice : Garzanti
Prezzo : 9.90€
Pagine : 157
Data di Pubblicazione : 28 Maggio 2015
Ci sono cose che solo una mamma può capire. E che, purtroppo, solo una mamma può sentire. Una madre rimane sempre una madre. Non smette mai di esserlo. Qualunque cosa accada. Anche quando non esiste nulla di più difficile al mondo. Lo sa bene Francesca, che ogni settimana va in carcere a trovare suo figlio accusato di un reato gravissimo: omicidio. Lei che continua a domandarsi dove abbia sbagliato. Perchè negli occhi di Andrea fatica a riconoscere il bambino che ha cresciuto. Ma il suo cuore non può fare altro che proteggerlo. E' la missione di ogni madre. Proprio quella missione che Teresa sente di aver fallito nel momento in cui sua figlia è stata strappata via troppo presto in un incidente d'auto. Lei non era lì a difenderla per non lasciarla andare. Un dolore troppo grande che l'amore materno di Teresa non riesce ad accettare, al punto da creare una realtà diversa in cui la ragazza gira ancora per la casa a portare luce con il suo sorriso. Francesca è la madre di un carnefice, Teresa la madre di una vittima. Eppure sono solo due donne che devono in qualche modo superare la sconfitta delle loro speranze, dei loro sogni di un futuro felice per i figli. La loro sofferenza assume le stesse tonalità, usa le stesse parole, piange le stesse lacrime. Perchè il confine tra l'errore e la verità si confonde. Non è mai netto. L'amore più puro può trasformarsi in un peso troppo grande da sopportare. Può fare male o far sbagliare. Ogni storia ha le sue zone di luce e le sue zone di ombra!

« Penso che se il dolore fosse quantificabile in modo oggettivo sarebbe più facile accettarlo come elemento della nostra vita.. »

PROLOGO: « So benissimo come è fatto l'inferno. Non è come lo ha descritto Dante, non ha nulla a che vedere con tutto quello che abbiamo letto a scuola. L'inferno non ha nè gironi nè anelli, e non è neanche una discesa. E' solo una sensazione che ti pervade. Le gambe diventano immobili e il sangue gelido ti si ferma nelle vene. L'inferno è quello che provi quando ti giri verso il passeggino di tuo figlio e lo vedi inspiegabilmente vuoto; è aspettare al buio seduta sul letto il suo rientro, la prima volta che guida la tua auto da solo, giurando che se torna sano e salvo la lascerai aperta con le chiavi inserite sperando che te le rubino; è aspettare nella corsia di un ospedale che l'operazione sia riuscita ed il suo cuore batta ancora. L'inferno è sentirti dire che tuo figlio è un assassino e desiderare con tutte le tue forze di sparire senza lasciare tracce di te, ma scoprire che non è possibile.. »

Sara Rattaro nasce e cresce a Genova, dove si laurea con lode in Biologia e Scienze della Comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo Sulla Sedia Sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te che ben presto scala le classifiche e diventa un fenomeno del passaparola. Non volare via è il primo romanzo pubblicato con la casa editrice Garzanti.

Avete letto questo romanzo o i libri della Rattaro?
Li adorate come la sottoscritta?
Fatemi sapere le vostre impressioni..
Cristina
3

RECENSIONE : Il Miniaturista di Jessie Burton

Buongiorno Lettori! 
Questa è stata una delle recensioni più difficili da quando ho iniziato questa avventura nella blogosfera: scrivevo e cancellavo, cancellavo e scrivevo senza riuscire a trovare le parole più adatte a dare omaggio ad un romanzo d'esordio che è stato una meravigliosa sorpresa.
Alla fine, spero solo di esserci riuscita!
Aspetto le vostre opinioni :)

« Mostrandomi la mia storia, pensa, la miniaturista ne è diventata anche l'autore. Vorrei tanto che me la restituisse.. »

In un giorno d'autunno del 1686, la diciottenne Petronella Oortman bussa alla porta di una casa del quartiere più benestante di Amsterdam. E' arrivata dalla campagna con il suo pappagallo Peebo, per iniziare una nuova vita come moglie dell'illustre mercante Johannes Brandt. 
Ma l'accoglienza è tutt'altra da quella che Nella si attendeva: invece del consorte trova la sua indisponente sorella, Marin Brandt; nella camera di Marin, Nella scopre appassionati messaggi nascosti tra le pagine di libri esotici e quando Johannes torna da uno dei suoi viaggi, evita accuratamente di dormire con Nella, e anche solo di sfiorarla.
Anzi, quando Nella gli si avvicina, seduttiva, memore dell'insegnamento della madre, lui la respinge.
L'unica attenzione che Johannes riserva a Nella è uno strano dono, la miniatura della loro casa e l'invito ad arredarla. Sembra una beffa; eppure Nella che si sente ospite in casa propria non si perde d'animo e si rivolge all'unico miniaturista che trova ad Amsterdam..

Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 4

Vi è mai capitato di scegliere un libro unicamente dalla sua copertina?
Certo. E' praticamente come un terno al lotto: può andare male, rischiando di abbandonare l'ultima pagina con quel senso di delusione che lascia inevitabilmente interdetti; ma, allo stesso tempo, quando il destino si infila con il suo immancabile zampino, potresti trovare in quelle pagine tutto quello che fin dal principio ti aspettavi, emozionandoti e vivendo pienamente ogni singolo pagina di un'avventura che, sei certo!, oramai non potrà più deluderti! 
Il miniaturista è stato un colpo di fulmine che ho desiderato, amato e vissuto come un treno in corsa verso una meta che mai mi sarei aspettata. 
E' la storia di Nella, una giovane ingenua ragazza di campagna che, caduta in disgrazia dopo la morte di un padre dedito alle scommesse e alle perdite facili, si ritrova sposato con uno degli uomini più facoltosi ed importanti di Amsterdam, Johannes Brandt. Ma tutte le fantasie di ragazza su un matrimonio perfetto, sulla prima notte di nozze e sul tocco di un uomo che avrebbe imparato ad amare si sgretolano come un castello di sabbia dinanzi all'alta marea, scontrandosi contro la realtà cruda di una vita che mai avrebbe immaginato e desiderato. L'astio della sorella del marito, Marin Brandt, austera nei suoi modi distanti alteri, la presenza di due domestici Otto e Cornelia decisamente liberi e fuori dagli schemi, la mancanza prolungata ed ingiustificata di Johannes, sempre sommerso da mille impegni che nascondono molto più di quanto l'apparenza possa solo lontanamente suggerire, e la difficoltà di ambientarsi in un mondo così scaltro come quello della grande città con i suoi segreti, con i suoi peccati, con i suoi sotterfugi e con le sue mille sfaccettature che la fanno sentire come un pesce fuor d'acqua, come un'ospite nella sua stessa casa. L'unico barlume di affetto che lo sfuggevole marito le concede è uno stipetto che ritrae perfettamente la sua nuova ed ostile dimora verso cui Nella si rivolge con appassionata cura e sconfinato interesse tanto da affidarsi all'unico miniaturista di Amsterdam per donargli quella stessa vita che le sta scivolando dalle mani, giorno dopo giorno! 
Ed è proprio l'entrata in scena di questa nuova figura e delle sue sorprendenti miniature che porta alla narrazione quell'onnipresente atmosfera di suspance capace di rendere ' Il Miniaturista ' magnetico ed avvincente ben oltre le mie aspettative. La forza di questo romanzo risiede nella naturale capacità della Burton di farci entrare, direttamente dalla porta principale, nella vita quotidiana di una famiglia, come quella dei Brandt, per nulla ordinaria, sempre in cima agli immancabili pettegolezzi che chiudono in una morsa d'acciaio tutte le parole taciute, tutti i segreti mai rivelati e tutti i comportamenti incomprensibili e dalla società di quel tempo inevitabilmente condannati!

Ritmico è lo stile utilizzato dalla scrittrice che riesce perfettamente ad incalzare il lettore, a nutrirlo di dubbi ed incertezze, senza mai rivelare quello che intimamente spera di leggere e lasciare, invece, quel pizzico di curiosità e tensione alla fine di ogni capitolo.

Note imprescindibili di questa ritmica melodia sono i personaggi che scaturiscono dalla penna della Burton con una naturalezza, con una forte incisività e con un'innegabile caratterizzazione tale da renderli così familiari e vicini, quasi tangibili.
A dispetto del suo comportamento e della sua umana complessità, ho amato Johannes, un uomo in continua lotta con la sua stessa natura, con quello che la gente comune reputa normalità e con un ruolo di marito che non gli calzerà mai a pennello. Lui ne è consapevole. E' consapevole di essere artefice e causa dell' infelicità di un'innocente ragazza, eppure non riesce a reprimere il suo essere, la sua dignità di essere umano e a tarpare le ali di una libertà così faticosamente conquistata! Qualunque ne sia l'ultima conseguenza.. 
Dal canto suo, Nella ci conduce, attraverso i suoi occhi, attraverso le sue delusioni e le sue piccole vittorie, in quella che rappresenta la sua personale crescita come donna; alla fine del romanzo non troveremo più quella ragazzina incerta e sognatrice che ci spalancato le porte di Amsterdam, ma una donna forte e determinata, segnata dal tempo e dalle numerose intemperie che la vita ha messo nel suo cammino. Una donna artefice del proprio destino, testarda e risoluta, incapace di voltare le spalle alla sua nuova famiglia e a quell' uomo che avrebbe potuto amare; con la piena consapevolezza che la vita vera non è mai una favola e che quei segreti rappresenteranno la forza imprescindibile della sua nuova vita! 

Note Dolenti. Non ho particolarmente apprezzato la scelta della scrittrice di lasciare scivolare via il personaggio di Otto propinandoci una spiegazione, a mio avviso, ben poco verosimile; come ho trovato, francamente, molto snervante la scelta del nomignolo Nella che mi ha portato quasi all'esaurimento durante la lettura.. ditemi che non è capitato solo a me, vi prego :)

Considerati tutti questi elementi e presa coscienza della mia incapacità di sintesi, non posso che consigliarvi questo romanzo che nella sua perfetta complessità vi regalerà un quadro stupefacente e misterioso, intriso di emozioni, di tradimenti, di paure e di coraggio che vi condurrà in un imperdibile viaggio in un' Amsterdam di fine 1800 capace di lasciarvi senza fiato!

Lettori, avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate?
Lasciate le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
8

NOVITA' IN LIBRERIA #15 : I Sei Volti dell'Amore di Sarah Jio

Dalla stessa autrice di Il Diario di Velluto Cremisi e di Neve a Primavera, un nuovo romanzo divertente ed emozionante capace di condurre un vero viaggio alla scoperta del pianeta Amore dove ognuno potrà facilmente ritrovare una piccola parte della sua vita.
Sarah Jio attraverso le pagine di I Sei Volti dell'Amore si candida a diventare un nuovo fenomeno editoriale grazie ad una storia fantastica, brillante ed originale!

INFO LIBRO
Jane Williams non ha dubbi: tanto i fiori sono semplici e diretti - le rose rosa servono per chiedere perdono, quelle rosse per mettersi in mostra, le glossinie per indicare l'amore a prima vista - quanto le persone sono complicate ed inaffidabili.
Così, mentre il suo negozio è aperto a chiunque voglia mandare il messaggio giusto, il suo cuore è chiuso ed impenetrabile. Troppi sbagli, troppo dolore, troppi rimpianti. In più, da qualche tempo, Jane è inquieta: di tanto in tanto la vista le si offusca e lei cade in preda a violenti emicranie. Un mistero, dicono i medici, incapaci di individuare l'origine di quei malesseri!
Poi nel giorno del suo ventinovesimo compleanno, una donna si presenta nel suo negozio; sostiene di conoscerla dal giorno in cui è nata e che quei disturbi non sono affatto sintomi di una malattia, bendì manifestazioni di un dono straordinario: la capacità di vedere l'amore, quello puro e sincero. 
Un dono di Jane rischia tuttavia di pagare a caro prezzo: prima che il sole tramonti sul suo trentesimo compleanno, infatti, lei dovrà individuare le sei diverse forme di amore che danno senso alla vita di tutti gli essere umani.
Altrimenti non vedrà mai il volto della sua anima gemella..

« Posso vedere il vero amore. Quando incontrerò il mio, saprò riconoscerlo? »

Sarah Jio è nata e cresciuta a Seattle, dove vive ancora oggi. Laureata in Giornalismo, ha scritto per numerose testate, tra cui Marie Claire, The Seattle Times, Health e The Oprah Magazine.
Attualmente è la blogger ufficiale della sezione salute e benessere di glamour.com.
Il suo primo romanzo, Il Diario di Velluto Cremisi, è stato un successo clamoroso di pubblico e critica, al punto che il Library Journal lo ha eletto miglior libro dell'anno.
Sito Internet : www.sarahjio.com

La trama avvincente presentata da una copertina incantevole dai colori forti ed intensi mi ha immediatamente colpito ed affascinato, al punto tale da scegliere proprio questo libri tra i molteplici titoli che, fortunatamente, questo mese di Maggio ci sta regalando giorno per giorno.
Lettori, voi cosa ne pensate? Avete letto già romanzi di questa talentuosa autrice?
Fatemi sapere le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
4

ANTEPRIMA #13 : La Memoria dell'Acqua di Emmi Itäranta

Buongiorno Lettori. 
Come avete passato questo fine settimana? Giornata di mare e relax? Sappiate che vi invidio da morire *_* ma, prima di trasformarmi nella Wicked Witch versione 2.0, torniamo ad argomenti ben più interessanti con il consueto Lunedì è Anteprima.
Oggi, voglio presentarvi un libro che grazie alla sua copertina ha attirato immediatamente la mia attenzione tra i numerosi titoli che, per nostra fortuna ( forse un po' meno per le nostre tasche.. ) stanno popolando questo ricco mese di Maggio!
La Memoria dell'Acqua di Emmi Itäranta per la casa editrice Frassinelli che troverete nelle librerie e negli stores digitali dal prossimo 26 Maggio al prezzo di 16.00€.

Noria è nata in una famiglia di maestri del tè e sa che è giunto il momento di apprendere i riti e le tradizioni. Sa anche che nel mondo in cui l'umanità è costretta a vivere - un futuro non lontano, in cui la terra non è che un arido paesaggio bruciato dal sole, desolato ed arso - il segreto che la sua famiglia custodisce è ancora più importante. Perchè solo i maestri del tè conoscono l'ubicazione di sorgenti segrete dell'oramai ridottissima e sempre più preziosa risorsa, l'a cqua!
Sorgenti sconosciute perfino al regino del Nuovo Qian che domina l'Unione Scandinava e ne amministra con la violenza ed il pugno di ferro le poche ricchezze rimaste. Ma i segreti, specie in un mondo disperato, non restano tali a lungo! E Noria, dopo la morte del padre, si troverà costretta a scegliere se conservare quel segreto o tradire la sua famiglia per il bene comune e perdere così tutto ciò che le generazioni passate le hanno trasmesso..

« Ho urlato e persino pianto, ma l'acqua non tiene in alcun conto la nostra sofferenza.. »


Imma Itäranta è nata nel 1976 a Tampere in Finlandia.
La memoria dell'acqua è il suo romanzo d'esordio, pubblicato nel 2012, ricevendo un'accoglienza entusiastica. Da allora, i diritti sono stati venduti in ben 18 paesi. Lo scorso anno, il libro è uscito in America ed in Inghilterra, raccogliendo vari consensi e la candidatura al Philip K. Dick Award. 
Sito Web : www.emmiitaranta.com

Personalmente, mi sono semplicemente innamorata della copertina, incantevole!
E la trama sembra rispecchiare la stessa intrigante impressione..
Cosa ne pensate?
Lettori, quali sono le vostre impressioni?
Cristina
4

ANTEPRIMA #12 : Ragazze che Scompaiono di Lauren Oliver

« Lunedì è Anteprima » 
Bentrovati Lettori.
Come avete passato questo fine settimana? Sole, mare e relax?
Personalmente sono stata immersa da mille impegni che mi hanno portato lontana dalla blogsfera, ma tra regali di compleanno ed alcuni imprevisti dell'ultimo minuto, c'è stato il tempo di vivere quello che potremmo definire un vero e proprio book at first sight: quel colpo di fulmine letterario che, certo, non può passare inosservato!
Ed oggi voglio presentarlo a voi..

DAL 14 MAGGIO IN LIBRERIA.
Dara e Nick erano inseparabile prima che un terribile incidente lasciasse il bellissimo viso di Dara sfigurato, allontanando irrimediabilmente le due sorelle.
Quando Dara scompare il giorno del suo compleanno, Nick pensa che la sorella si stia prendendo gioco di tutti per vendicarsi di un destino insostenibile e crudele.
Ma quando anche un'altra bambina di soli nove anni, Madeleine Snow, svanisce nel nulla, Nick si convince sempre di più che le due sparizioni siano collegate.
E quanto più Nick scopre della sua enigmatica sorella e della doppia vita che conduceva prima dell'incidente, meno è sicura di voler conoscere la verità.
Tuttavia oramai la posta in gioco si fa sempre più alta, mentre gli eventi la spingono vero un passato perduto e un futuro impossibile, animati dalla volontà di svelare il legame apparentemente insondabile tra le due ragazze che scompaiono!



Lauren Oliver è l'autrice del romanzo E finalmente ti dirò addio e della trilogia Delirium: Delirium, Chaos e Requiem, romanzi tradotti in più di 30 lingue e divenuti bestseller internazionali e del New York Times. Laureata all' Università di Chicago e al programma NYU's MFA.
Dal penultimo libro della Oliver, Panic - pubblicato in America nel 2014 ed in pubblicazione in Italia sempre da Safarà Editore per il prossimo settembre - verrà prodotto un film dagli Universal Studios. E' anche la co-fondatrice della società Paper Lantern Lit.

Ragazze che scompaiono verrà presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino.

Cosa ne pensate di questa anteprima?
Non trovate la copertina semplicemente magnetica?
Lettori, fatemi sapere le vostre opinioni :)
Per ulteriori informazioni e per conoscere le novità editoriali dell'editore potete consultare il sito internet o il suo ufficio stampa.
Cristina
1

RECENSIONE : Il Buio Oltre La Siepe di Harper Lee

Bentrovati Lettori.
Nuova recensione pronta per voi a poche ore dall'aver voltato l'ultima pagina di un romanzo che mi è entrato letteralmente nel cuore: Il Buio Oltre La Siepe di L. Harper.

Maycomb, Alabama. 
Cittadina del profondo sud degli Stati Uniti.
L'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un negro accusato di violenza carnale.
Dopo un proverbiale processo fatto di accuse infamanti e verità costruite ad arte, Atticus riuscirà a dimostrare la sua innocenza, ma l'uomo verrà ugualmente dichiarato colpevole da una giuria ancora incapace di andare oltre alle parole e ai diversi pregiudizi.
La vicenda viene raccontata dalla piccola Scout, figlia di Atticus, una bambina che scandalizza le signore con un linguaggio non propriamente ortodosso; con un fare indipendente ed oltre gli schemi che la pongono molto spesso al centro dell'attenzione.
Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi : con i suoi miti, con le sue emozioni, con le sue scoperte attraverso pagine di grande rigore stilistico e condotte con una bravura immediata ed eccezionale!
Il racconto di una storia quotidiana che apre il cuore e la mente portando il lettore ad una piena presa di coscienza morale..
Storia: 5 | Personaggi: 5 | Stile: 4 | Copertina: 4

« Non riuscirai mai a capire una persona se non cerchi di metterti nei suoi panni, 
se non cerchi di vedere le cose dal suo punto di vista..! »

Il Buio Oltre La Siepe ha come voce narrante la vivacità e l'ingenua inconsapevolezza della vita della piccola Scout, una bambina di soli nove anni, mascolina ed indipendente, per i suoi modi sempre al centro dell'occhio del ciclone cittadino, che passa le sue giornate giocando con il fratello maggiore Jem e Dill, amico inseparabile di indimenticabili avventure. 
Le loro giornate passano veloci tra corse e giochi improvvisati, fantasticando e creando improbabili teatrini sulla vita misteriosa e solitaria del vicino Boo Radley, da tutti considerato pericoloso ed imprevedibile e, come tale, isolato dal mondo civile. 
La vita pacifica e tranquilla di Maycomb, viene improvvisamente sconvolta dalla vicenda di Tom Robinson, uomo di colore accusato di violenza carnale nei confronti della giovane figlia di Bob Ewell, uomo incapace di vivere secondo le regole. Proprio Atticus viene incaricato di assumere la sua difesa d'ufficio contro ogni malevola lingua che si alza, forte ed implacabile, a condannare quel gesto assurdo ed insensato.
Perchè mai un uomo bianco di tale livello morale decide di abbassarsi a difendere un negro, colpevole e condannato a prescindere dalla verità? 
E' proprio la paura del diverso e della diversità in quanto tale ad essere perno e centro di tutta la narrazione. La scelta, poi, di porre in primo piano il punto di vista di una bambina sincera e naturalmente ingenua, priva di pregiudizi e scevra di strutture preordinate, riesce a centrare perfettamente l'obiettivo di trattare con inconsapevole delicatezza e decisa sensibilità un tema così scottante ed attuale, in ogni contesto storico, sociale e culturale, come è quello del razzismo. In questo romanzo riusciamo a vivere, anche se indirettamente, i vari aspetti e le diverse conseguenze nel contesto del profondo sud degli Stati Uniti immersi nel pieno degli anni '30 : la crisi e la depressione finanziaria, le paure oltreoceano legate allo spettro, ancora troppo lontano, di Hitler e delle sue leggi dittatoriali e, soprattutto, per quanto ci riguarda, quella segregazione razziale, emblema e testimone di un atteggiamento di chiusura, di diffidenza e di odio verso la cultura e la popolazione nera.

« Atticus si era servito di tutti i mezzi a disposizione degli uomini liberi per salvare Tom Robinson, ma nei tribunali segreti dei cuori degli uomini non aveva alcuna probabilità di vincere. Tom era morto l'attimo stesso in cui Mayella Ewell aveva aperto la bocca ed urlato.. »

Tutti i personaggi che incontriamo durante la narrazione rimangono scolpiti nella memoria per il modo in cui Harper Lee riesce a caratterizzare perfettamente ogni singola persona, senza mai cadere nel superfluo o nello scontato, ma sempre regalando al lettore un suo nuovo aspetto o una sua nuova sfaccettatura prima celata. Con la stessa magistrale precisione ed accuratezza, la vicenda emerge, pagina dopo pagina, con tutta la sua drammaticità, forza e violenza morale proprio attraverso gli occhi e le parole di una ragazzina.
Il Buio Oltre La Siepe non è semplicemente un manifesto letterario contro il razzismo, ma una vera e proprio testimonianza di lotta con la seppur naturale paura umana verso la diversità.
Diversità che sia riscontrata nel colore della pelle di un uomo o nei confronti di un vicino che con la sua reiterata solitudine ha creato nella società che lo circonda, pronta a puntare il dito e a giudicare, un alone di incomprensibile mistero. Qualunque sia la causa di questa diversità, questa è accomunata da un evidente difetto presente negli occhi di chi osserva, nelle mani di chi giudica e nel cuore di chi si erge giudice supremo verso chi non vuole e non riesce a capire.
Ed è attraverso le parole di Atticus, rivolte alla giuria ed ai suoi ascoltatori, durante l'arringa finale del processo che viene evidenziata l'insensatezza di fondo del razzismo, della segregazione razziale e della generale condanna verso una diversità che non riusciamo a comprendere « alcuni neri mentono, alcuni neri sono immorali, alcuni neri non possono essere lasciati accanto alle donne nere o bianche che siano. Ma questa è una verità che si può applicare a tutta la razza umana.. » l'essere umano, in quanto tale, è condannato a sbagliare e proprio per tale ragiona non hanno senso di esistere preconcetti, pregiudizi ed ogni egoistica chiusura mentale!
Nella copia del romanzo che sto sfogliando proprio in questo momento, è stato scritto : il romanzo consigliato da Barack Obama contro ogni razzismo e discriminazione; sicuramente le mie parole non avranno lo stesso effetto e lo stesso peso del presidente degli Stati Uniti, ma nel mio piccolo desidero consigliarvi di cuore questa lettura, capace di connettere mente e cuore verso una maggiore e piena coscienza morale e civile del mondo e della società che ci vive attorno, ogni giorno!
Avete letto questo romanzo? Cosa ne pensate?
Fatemi sapere la vostra opinione, Lettori..
Cristina
8

NOVITA' IN LIBRERIA #14 : Le Ali della Vita di Vanessa Diffembaugh

Dopo l'enorme successo de Il Linguaggio Segreto dei Fiori, bestseller internazionale venduto in più di quaranta paesi, ancora ai vertici delle classifiche italiane dopo ben tre anni dalla sua uscita, Vanessa Diffembaugh torna in libreria con una storia forte e dirompente.
Una storia di un amore immenso ed imperfetto, come è la vita.
Una storia che racconta la paura di una madre e del coraggio di un figlio.
Una storia che testimonia come un solo e semplice abbraccio sia in grado di scacciare dal cuore uno dei mali più grandi, devastanti e silenziosi come è la solitudine!

Casa Editrice : Garzanti
Prezzo : 18.60€
Pagine : 336
Data di Pubblicazione : 4 Maggio 2015
E' notte e la nebbia è illuminata dai fari delle macchine che sfrecciano accanto a lei. Letty si asciuga l'ennesima lacrima e preme ancora più forte il piede sull'acceleratore. Deve correre il più lontano possibile, fuggire da tutti i suoi sbagli, è la cosa migliore per tutti. Perchè la sua vita è stata difficile, ha inanellato una serie di errori uno dietro l'altro e adesso tutte le sue paure sono tornate a tormentarla, senza lasciarle una via di scampo. Intanto, ormai molte miglia lontano, i suoi due figli, Alex e la piccola Luna, stanno dormendo serenamente. Non sanno che la mamma li ha lasciati da soli nel loro letto, schiacciata dal terrore di non essere una buona madre e convinta che senza di lei saranno più felici. Quando Alex si sveglia e si accorge che Letty non c'è più, capisce che non deve farsi prendere dal panico. Deve occuparsi della sorellina e seguire le regole. Perchè Alex ha quindici anni ed è solo un ragazzino, ma è dovuto crescere in fretta per aiutare sua madre ed i suoi occhi troppo spesso tristi. A volte guarda verso il cielo e sogna di volare via, in un posto dove l'azzurro del cielo li possa di nuovo colorare di felicità. La sua passione sono la matematica e lo studio delle rotte migratorie degli uccelli. Da loro ha imparato che non importa quanto voli lontano, c'è sempre un modo per tornare a casa. Alex sa che deve trovare il modo di far tornare anche la sua mamma. Solo lui può farlo, solo lui può curare le sue ali ferite e farle spiccare di nuovo il volo. Perchè anche quando l'orientamento è perso, l'amore può farci ritrovare la rotta verso il nostro cuore!

« Gli uccelli avevano ricevuto tutto quello di cui avevano bisogno. Una casa nell'aria pura e tersa: un momento di assenza di gravità, una tregua dal penso della vita.. »

Vanessa Diffembaugh dopo aver studiato scrittura creativa alla Stanford, ha tenuto corsi di arte e scrittura ai bambini delle comunità di accoglienza. Vive con suo marito ed i loro tre bambini a Cambridge nel Massachessets. Il Linguaggio Segreto dei Fiori è stato il suo primo romanzo traendo ispirazione dalla sua personale esperienza di madre adottiva. 

Proprio poche settimane fa, mi sono imbattuta in questo nuovo romanzo, forse proprio a causa del solito zampino del destino, rimanendone indubbiamente affascinata sia per la trama potente e coinvolgente che per l' attraente copertina! Come accaduto per il primo successo della scrittrice, anche in questo caso, la casa editrice Garzanti ha deciso di proporre al lettore la scelta su ben quattro diverse copertine che ritraggono quattro ciondoli e quattro significati : un lucchetto che esprime fedeltà, una farfalla che richiama alla libertà, un cuore che porta all'amore ed una gabbia che racchiude il coraggio e la voglia di cambiare!

E la mia wishlist sta raggiungendo una lunghezza infinite..!
Avete letto il primo romanzo?
Cosa ne pensate dell'iniziativa delle quattro copertine? Dove cadrebbe la vostra scelta?
Lettori, aspetto il vostro parere :)
Cristina
0
Powered by Blogger.
Back to Top