Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

In Libreria

In Libreria
IN LIBRERIA

Ciak Si Gira

Ciak Si Gira
CIAK, SI GIRA

[ DOMINO LETTERARIO ] RECENSIONE: La Sposa Scomparsa di Rosa Teruzzi


Dopo la seppur breve pausa estiva, torna il consueto appuntamento di fine mese con il domino letterario che oggi ospita un romanzo divorato in meno di ventriquattro ore: La sposa scomparsa di Rosa Teruzzi edito Sonzogno.

LA SPOSA SCOMPARSA di Rosa Teruzzi
Prezzo: 14.00€ | Pagine: 171
Dentro Milano esistono tante città, e quasi inavvertitamente si passa dall’una all’altra. C’è poi chi sceglie le zone di confine, come i Navigli, a cavallo tra i locali della movida e il quartiere popolare del Giambellino. Proprio da quelle parti Libera – quarantasei anni portati magnificamente – ha trasformato un vecchio casello ferroviario in una casa-bottega, dove si mantiene creando bouquet di nozze. È lì che vive con la figlia Vittoria, giovane agente di polizia, un po’ bacchettona, e la settantenne madre Iole, hippie esuberante, seguace dell’amore libero. In una piovosa giornata di luglio, alla loro porta bussa una donna vestita di nero: indossa un lutto antico per la figlia misteriosamente scomparsa e cerca giustizia. Il caso risale a tanti anni prima e, poiché è rimasto a lungo senza risposta, è stato archiviato. Eppure la vecchia signora non si dà per vinta: all’epoca alcune piste, dice, sono state trascurate, e se si è spinta fino a quel casello è perché spera che la signorina poliziotta possa fare riaprire l’inchiesta. Vittoria, irrigidita nella sua divisa, è piuttosto riluttante, ma sia Libera che Iole hanno molte buone ragioni per gettarsi a capofitto nell’impresa. E così, nel generale scetticismo delle autorità, una singolare équipe di improvvisate investigatrici – a dispetto delle stridenti diversità generazionali e dei molti bisticci che ne seguono – riuscirà a trovare, in modo originale, il bandolo della matassa, approdando a una verità tanto crudele quanto inaspettata.
Ci risiamo! Torno da voi per raccontarvi la mia attuale situazione di lettrice dalla testa dura che rimanda e a volte aspetta il fantomatico momento giusto per poi finire a mangiarsi letteralmente le mani davanti ad un romanzo che si lascia divorare tra ostinate investigazioni, curiosi travestimenti e una frizzante ironia in grado di lasciare il segno. Perchè La sposa scomparsa è un giallo tipicamente italiano che coinvolge e convince, sospinto da uno stile linguistico e narrativo che Rosa Teruzzi riesce a modellare a suo intrigante piacimento grazie ad un trio di protagoniste femminili assolutamente irresistibili.

« La verità, quando arriva, può essere crudele ma è più crudele non conoscere la verità! »

La verità che si nasconde dietro le pagine di La sposa scomparsa risale a quasi 27 anni quando una giovane donna scompare improvvisamente, senza lasciare traccia. Un cold case che arriva letteralmente a bussare alla porta dell'ex casello ferroviario e che, inevitabilmente, coinvolge e stravolge la vita delle nostre protagoniste. In questo primo capitolo, Rosa si sofferma in modo particolare su Iole e Libera, madre e figlia praticamente agli antipodi, lasciando la giovane nipote ad un ruolo più marginale e comunque incisivo. Ma chi sono le aspiranti detective? 
Iole è una nonna tutta pepe che prende letteralmente di petto la vita, senza disdegnare notti di fuoco e qualche sigaretta molto speciale. Libera, invece, non rispecchia il suo nome: è una donna ostinatamente cauta, ordinaria e senza troppi grilli per la testa. Ancora ad un dolore passato che non ha trovato mai una ragione, si prende immediatamente a cuore il caso della sposa scomparsa al punto tale da spingerla ad infrangere ben più di una regola e qualche promessa strappata a mezza voce.
Ed io ho amato follemente il personaggio di Iole! 

Rosa Teruzzi ci regala una storia semplicemente irresistibile.
Uno stile narrativo che risulta essere esaltato proprio dai personaggi che la Teruzzi costruisce in modo preciso e ben delineato, capaci di giocare un ruolo fondamentale al centro di una scena in continua evoluzione. Un giallo coinvolgente e mai sopra le righe in grado di mixare perfettamente gli elementi più classici del genere letterario in questione ad un ritmo ad un originale retrogusto ironico che conferisce alla lettura una decisa marcia in più. Le ambientazioni, d'altronde, si sposano perfettamente al clima di torbida incertezza che si posa insistentemente tra le maglie di una tela complessa ed arricchita da fugaci indizi che troveranno soluzione solo alle battute finali. Un epilogo che sorprende anche i veterani del genere in questione perchè Rosa sfrutta perfettamente la sua esperienza sul campo costruendo una trama intrigante e coerente dove ogni pezzo del puzzle troverà il suo posto, senza lasciare mai nulla al caso. Ogni momento, ogni decisione ed ogni salto temporale condurranno il lettore attraverso un gioco di luci ed ombre, di silenzi e mezze verità in grado di coinvolgere ed incuriosire, senza lasciare la presa nemmeno per un istante. In conclusione, non posso che spingere sotto i riflettori i tre meravigliosi assi nella manica in grado di rendere La sposa scomparsa una lettura dinamica, fresca e piacevole sotto ogni punto di vista. E, mi raccomando, non fate il mio stesso errore: lasciate perdere tutto, afferrate la borsa al volete e correte subito in libreria. Tre scatenate detective on the road sono già pronte a sorprendervi, scommettiamo?
14

[ INCONTRI IN LIBRERIA ] Sara Rattaro e L'Amore Addosso | Sperling&Kupfer

Potrei sottotitolare questo articolo come Diario gioioso di una blogger on the road
Sì, perchè venerdì scorso - lasciato l'ufficio con la borsa in spalla e il libro stretto al petto - mi sono letteralmente precipitata alla mia libreria di fiducia - Libreria Gulliver di Città di Castello giusto per non fare nomi - per un meraviglioso incontro che non potevo assolutamente perdere: Sara Rattaro e L'Amore Addosso


Sara ci ha parlato del suo ultimo romanzo svelando qualche piccolo retroscena come la sua abitudine di dialogare letteralmente con i suoi personaggi praticamente ovunque, fuori e dentro casa, in uno scambio intenso che si conclude solo al momento della parola fine. Un racconto a cuore aperto che ci ha permesso di entrare - direttamente dalla porta principale - nel mondo di Giulia e di quello di moltissime donne, evidenziando tabù generazionali che fatichiamo fin troppo spesso a lasciar andare. Un titolo quello di L'Amore Addosso che sottolinea in modo preciso e quasi figurato quello stesso amore che Sara racconta tra le pagine di un romanzo in grado di coinvolgere, emozionare, trascinare e sconvolgere pagina dopo pagina. 

3

[ RECENSIONE ] L'Imprevedibile Piano Della Scrittrice Senza Nome di Alice Basso | Garzanti


Come avete trascorso questo fine settimana? Il mio si è aperto venerdì sera con il bellissimo incontro in libreria insieme a Sara Rattaro che non solo ci ha parlato di L'Amore Addosso - il suo ultimo romanzo uscito per Sperling&Kupfer - ma ci ha incuriosito con qualche piccolissima anticipazione di Il Cacciatore di Sogni che troveremo in libreria dal 17 Ottobre per Mondadori e di tutto questo vi parlerò mercoledì con qualche chicca fotografica da non perdere! Ora, invece, sono felice di poter condividere con voi la prima recensione della settimana L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso per Garzanti. Per farvi capire quanto io e Vani ci siamo trovate in sintonia, vi lascio una piccola citazione che rende perfettamente l'idea: « Quando sono a disagio faccio battute stupide. Quando sono oltre il disagio, cioè quando sono completamente destabilizzata, stupefatta, fuori controllo, mi paralizzo. Come gli armadilli quando si fingono morti. »

L'IMPREVEDIBILE PIANO DELLA SCRITTRICE SENZA NOME 
di Alice Basso
Prezzo: 14.90€ | Pagine: 271
Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l'essenza di una persona da piccoli indizi e riesce a pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un'empatia profonda e un intuito raffinato sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un'importante casa editrice. Scrive libri per altri. L'autore le consegna la sua idea, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell'ombra. E a Vani sta bene cosi. Anzi, preferisce non incontrare gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva più possibile con nessuno. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili.
Vogliamo partire da una premessa? L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome mi è passato sotto il naso almeno un centinaio di volte ed io ostinatamente l'ho lasciato andare. Perché, direte voi? Ho sempre - e quando dico sempre intendo troppe volte - ricevuto sconsiderate fregature da libri che parlano di libri, quindi, mi capirete, se ho fatto il giro bello largo, un saluto distante e un no grazie tanto per non essere maleducata. Se mi sto mangiando mani, avambracci, gomiti e compagnia bella?
Sì, assolutamente sì!
17

[ RECENSIONE ] Ogni Piccola Bugia di Alice Feeney | Casa Editrice Nord

Apriamo la settimana con la recensione di un romanzo che non dovete assolutamente lasciarvi scappare: Ogni piccola bugia di Alice Feeney è un thriller intelligente, coraggioso, criptico ed enigmatico che si lascia divorare senza difficoltà, che ammalia pagina dopo pagina e che sorprende al momento perfetto. Non ve ne pentirete, scommettiamo? Ringrazio Casa Editrice Nord per la copia cartacea.

OGNI PICCOLA BUGIA di Alice Feeney
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 336
Il mondo intorno a lei è fatto solo di suoni, rumori, voci. Ed è grazie a quelle voci frammentarie e confuse che Amber Reynolds capisce di aver avuto un incidente d’auto e di essere in una stanza di ospedale. In coma. Amber non ricorda nulla di quanto le è accaduto, e una domanda la perseguita da subito: com’è possibile? Io non guido quasi mai… 
Poi, tra quelle voci ne riconosce due, che diventeranno il suo unico contatto con l’esterno. Quelle di suo marito e di sua sorella. Ignari che Amber li possa sentire, i due discutono, litigano, rivelano dettagli e indizi. E lei si rende conto di non potersi fidare. Entrambi hanno qualcosa da nascondere. E, forse, non sono un'ancora di salvezza, bensì un pericolo vicino e insidioso. No, l’unico modo per scoprire cosa le è successo è ricostruire nella sua mente, passo dopo passo, gli eventi dell’ultima settimana, fino al momento dell’«incidente». 
Ma Amber ha paura. È impotente, in balia di chi le sta intorno. Come l’uomo che si accosta al suo letto la sera, quando gli altri sono andati via. E che le sussurra all’orecchio velate e inquietanti minacce. 
Amber deve svegliarsi, prima che sia troppo tardi. Perché anche lei ha un segreto da proteggere. Anche lei ha un piano da portare a termine.
Alice Feeney è un genio! Lo so, non sono la prima a scriverlo e sicuramente molte altre recensioni esordiranno con queste esatte parole, ma, dopotutto, perché negare la realtà?
Alice Feeney ci regala un romanzo forte e convincente che si delinea - attraverso un continuo gioco di silenzi, riflessi e coincidenze - come un esordio che oserei definire enigmatico ed esplosivo perché Ogni piccola bugia è essenzialmente il thriller perfetto!
11

[ REVIEW PARTY ] Ci Vediamo Un Giorno Di Questi di Federica Bosco | Garzanti


Dopo avervi parlato dell'eclettica Caterina nella tappa del BT del nuovissimo romanzo di Federica Bosco, è giunto il momento di condividere con voi anche la mia recensione di Ci vediamo un giorno di questi con qualche piccola incursione a caldo delle sensazioni provate durante la lettura. Purtroppo, l'allerta spoiler mi impedisce di parlarvi della parte che maggiormente mi ha coinvolto, emozionato e devastato - nel senso più perfetto del termine - sino alle lacrime, ma sono certa che una volta letto questo libro saprete ritrovare un pezzo della vostra vita così come è successo a me!

CI VEDIAMO UN GIORNO DI QUESTI di Federica Bosco
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 320
A volte per far nascere un'amicizia senza fine basta un biscotto condiviso nel cortile della scuola. Così è stato per Ludovica e Caterina, che da quel giorno sono diventate come sorelle. Sorelle che non potrebbero essere più diverse l'una dall'altra. Caterina è un vulcano di energia, non conosce cosa sia la paura. Per Ludovica la paura è una parola tatuata a fuoco nella sua vita e sul suo cuore. Nessuno spazio per il rischio, solo scelte sempre uguali. Anno dopo anno, mentre Caterina trascina Ludovica alle feste, lei cerca di introdurre un po' di responsabilità nei giorni dell'amica dominati dal caos. Un'equazione perfetta. Un'unione senza ombre dall'infanzia alla maturità, attraverso l'adolescenza, fino a giungere a quel punto della vita in cui Ludovica si rende conto che la sua vita è impacchettata e precisa come un trolley della Ryanair, per evitare sorprese al check-in, un muro costruito meticolosamente che la protegge dagli urti della vita: lavoro in banca, fidanzato storico, niente figli, nel tentativo di arginare le onde. Eppure non esiste un muro così alto da proteggerci dalle curve del destino. Dalla vita che a volte fortifica, distrugge, cambia. E, inaspettatamente, travolge. Dopo un'esistenza passata da Ludovica a vivere della luce emanata dalla vitalità di Caterina, ora è quest'ultima che ha bisogno di lei. Ora è Caterina a chiederle il regalo più grande. Quello di slacciare le funi che saldano la barca al porto e lasciarsi andare al mare aperto, dove tutto è pericoloso, inatteso, imprevisto. Ma inevitabilmente sorprendente.
Ci troviamo spesso tra le mani romanzi in grado di farci emozionare o di raccontarci una storia che ci tiene sulle spine, seducente ed affascinante. Molto più raro, secondo me, è incrociare lo sguardo con libri capaci di andare ben oltre la superficie fino a scavare in profondità, quella scomoda e difficile da affrontare. Romanzi che sanno risvegliare ricordi e sorprendere il nostro cuore. Storie che ci obbligano a fermarci qualche istante, a pensare, a riaprire vecchie ferite e a scuotere quel silenzio che, fino a quel momento, era unicamente nostro! Sono incontri che sanno curare anima e cuore, che non passano inosservati e che rimangono lì, preziosi e impressi nella nostra mente ben oltre l'ultima pagina. Proprio come Ci vediamo un giorno di questi, il nuovo romanzo di Federica Bosco.
6

[ BLOGTOUR ] Ci Vediamo Un Giorno di Questi di Federica Bosco | Garzanti | Vi Presento Caterina

Buongiorno Lettori!
Dopo avervi svelato l'incipit del romanzo e aver scoperto insieme i cinque motivi per leggere Ci vediamo un giorno di questi è, quindi, giunto il momento di addentrarci nel cuore della storia incontrando una delle sue protagoniste: la metà esatta della mela, la seconda faccia della stessa medaglia. Semplicemente, Caterina.

CI VEDIAMO UN GIORNO DI QUESTI di Federica Bosco
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 320
A volte per far nascere un'amicizia senza fine basta un biscotto condiviso nel cortile della scuola. Così è stato per Ludovica e Caterina, che da quel giorno sono diventate come sorelle. Sorelle che non potrebbero essere più diverse l'una dall'altra. Caterina è un vulcano di energia, non conosce cosa sia la paura. Per Ludovica la paura è una parola tatuata a fuoco nella sua vita e sul suo cuore. Nessuno spazio per il rischio, solo scelte sempre uguali. Anno dopo anno, mentre Caterina trascina Ludovica alle feste, lei cerca di introdurre un po' di responsabilità nei giorni dell'amica dominati dal caos. Un'equazione perfetta. Un'unione senza ombre dall'infanzia alla maturità, attraverso l'adolescenza, fino a giungere a quel punto della vita in cui Ludovica si rende conto che la sua vita è impacchettata e precisa come un trolley della Ryanair, per evitare sorprese al check-in, un muro costruito meticolosamente che la protegge dagli urti della vita: lavoro in banca, fidanzato storico, niente figli, nel tentativo di arginare le onde. Eppure non esiste un muro così alto da proteggerci dalle curve del destino. Dalla vita che a volte fortifica, distrugge, cambia. E, inaspettatamente, travolge. Dopo un'esistenza passata da Ludovica a vivere della luce emanata dalla vitalità di Caterina, ora è quest'ultima che ha bisogno di lei. Ora è Caterina a chiederle il regalo più grande. Quello di slacciare le funi che saldano la barca al porto e lasciarsi andare al mare aperto, dove tutto è pericoloso, inatteso, imprevisto. Ma inevitabilmente sorprendente.

VI PRESENTO CATERINA
30

[ CONSIGLI DI LETTURA ] DUE ROMANZI DA WISHLIST | CASA EDITRICE NORD

Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio stuzzicare la vostra curiosità e svuotare il vostro portafoglio - ma anche il mio! - con due prossime uscite per Casa Editrice Nord che ho trovato particolarmente interessanti e adatti ad ogni genere di lettore.
La prima di queste - La metà che ho lasciato - è un romanzo toccante e poetica capace di toccare e raccontare con assoluta sensibilità la forza e potenza dei sentimenti; il secondo, invece, Noi, i salvati è l'emozionante odissea di una famiglia divisa dalla guerra e in fuga dall'orrore dell'Olocausto. Due romanzi apparentemente molto diversi, ma che sanno raccontare la vita, quella vera, quella vissuta dalla prima all'ultima pagina.

« Mi è sempre piaciuta la pioggia. Cade e nessuno l’aiuta a rialzarsi.
Ma lei continua a cadere, senza paura. Anche l’amore è così! »

LA META' CHE HO LASCIATO di Mónica Carrillo
Prezzo: 16.60€ | Pagine: 306
DAL 7 SETTEMBRE IN LIBRERIA.
Un attimo di distrazione, una frenata brusca, poi il buio. Malena non sa cosa sia successo,però è consapevole che quell'incidente potrebbe far calare il sipario sulla sua breve esistenza. In bilico sull'orlo dell'abisso, Malena ripensa alle scelte che l'hanno condotta fin lì, agli amici che l'hanno sorretta o delusa durante il cammino, e a Mario, la persona che più di tutte ha forgiato il suo destino. Perché Mario era il suo mondo, mentre lui la considerava solo un'avventura. Malena si era illusa che, col tempo, lui sarebbe cambiato.Ma, ora che il suo tempo forse sta per finire, Malena ricorda i messaggi senza risposta, le parole non dette, i baci negati, i gesti scostanti e i lunghi silenzi. E si rende conto che, perseguire lui, stava sacrificando la sua vita. È quindi arrivato il momento di voltare pagina,di affrontare la verità con coraggio, d'imparare ad amare senza paura e senza rimpianti,soprattutto se stessa. Se il destino vorrà darle una seconda occasione, Malena sarà pronta ad assaporare fino in fondo ogni gioia che il futuro avrà da offrire...

Mónica Carrillo è nata a Elche, un paesino vicino ad Alicante, in Spagna. Dopo la laurea in Giornalismo, ha iniziato a lavorare per l'EFE, una delle maggiori agenzie di stampa spagnole, per poi intraprendere una folgorante carriera nel mondo della televisione. Attualmente è presentatrice e giornalista per Antena 3. 
La metà che ho lasciato è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.

« Ispirato alla vera storia della famiglia di Georgia Hunter, Noi, i salvati ci conduce dai jazz club di Parigi alle prigioni di Cracovia, dalle spiagge di Casablanca ai gulag siberiani, mostrandoci come pure nei momenti più bui della Storia c’è sempre una luce che brilla, e che ci dà la forza di superare ogni avversità.. »
3

[ REVIEW PARTY ] La Ragazza Scomparsa di Angela Marsons | Newton Compton Editori


Come avete passato il fine settimana? Quali letture vi hanno fatto compagnia?
Il mio week-end è trascorso molto velocemente tra una cena cinese, letture in anteprima e l'ultimo romanzo di Angela Marsons - La ragazza scomparsa - protagonista di questo Review Party.

LA RAGAZZA SCOMPARSA di Angela Marsons
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 384
Due ragazzine scomparse, ma una sola tornerà!
Charlie e Amy, due bambine di soli nove anni, compagne di gioco, scompaiono all'improvviso. Un messaggio recapitato alle rispettive famiglie conferma l’ipotesi peggiore: le giovani sono state rapite. È l’inizio di un incubo. Poco tempo dopo, un secondo messaggio è ancora più mostruoso. I malviventi mettono le due famiglie l’una contro l’altra, minacciando di uccidere una delle due bambine. Per la detective Kim Stone e la sua squadra il caso è più difficile del solito. I rapitori potrebbero davvero trasformarsi in assassini spietati. Bisogna agire con rapidità e trovare la pista giusta. E Kim ha intuito che nel passato delle due famiglie si nascondono degli oscuri segreti..
Quando due bambine di appena nove anni vengono rapite senza lasciare traccia, l'ispettore Kim Stone sa di avere tra le mani il caso più delicato e difficile della sua carriera. Charlie ed Amy devono tornare a casa sane e salve. Nessun errore sarà permesso, nessun indizio dovrà essere tralasciato. 

Perchè il modus operandi non è affatto nuovo alla polizia e tutto sembra riportare ad un recente rapimento mai risolto di appena tredici mesi prima. Allora, solo una bambina è stata rilasciata e questo Kim Stone non può permetterlo, non una seconda volta. Il gioco mostruoso e meschino dei rapinatori è immediatamente chiaro agli occhi della squadra e delle due famiglie coinvolte: solo il miglior offerente di un'asta senza regole potrà riabbracciare la figlia, mentre per l'altra il destino sembra essere inevitabilmente segnato. Ma sarà proprio così? Chi si nasconde dietro quei messaggi di spietate minaccio e impronunciabile dolore? Cosa è andato storto nel caso precedente? Chi sta tirando le fila, immerso nel più completo anonimato, di uno spietato piano che sembra essere stato architettato fin nei più minimi dettagli? Ancora una volta Angela Marsons ci accompagna al centro di una scena che coinvolge ed affascinainquieta e disturba mente e cuore del lettore, giocando con un ritmo continuo e pungente che pone sempre quell'insistente tarlo del dubbio sopra ogni deduzione, ogni più piccolo colpo di scena.
2

[ SEGNALAZIONE ] Ogni Nostra Caduta di Dennis Lehane | Longanesi

Buongiorno Lettori! 
Con l'arrivo di settembre torno a pieno regime ogni attività del Blog, partendo inevitabilmente da una delle segnalazioni editoriali più interessanti e al cardiopalma: Ogni nostra caduta di Dennis Lehane per Longanesi. 
Un ritorno a lungo atteso da quanti hanno amato i suoi precedenti lavori  come Mystic River e Shutter Island - che hanno catturato e convinto sia lettori che cinefili - dove Lehane dà vita ad una protagonista femminile forte e coraggiosa attraverso un ritratto intimo e profondo che sa scuotere ed affascinare. Brillante e coinvolgente fino all'ultima pagina, Ogni nostra caduta toglie il respiro restituendo adrenalina ed emozioni.

OGNI NOSTRA CADUTA di Dennis Lehane
Prezzo: 18.60€ | Pagine: 420
Rachel Childs ha tutto ciò che aveva sempre desiderato. E sta per perdere ogni cosa. Dopo anni di studio e duro lavoro, mossa costantemente da un animo indagatore, Rachel riesce a diventare una giornalista di successo. Donna tormentata e imprevedibile, ha ancora addosso il peso di un’ingombrante figura materna, insieme al mistero mai risolto sull'identità del padre. Ma ha raggiunto un equilibrio e la sua vita procede felicemente. Fino al crollo. A seguito di un’umiliante crisi di nervi, traumatizzata, si ritrova a vivere come una reclusa, abbandonata da tutti. È un evento inatteso in una sera di pioggia a stravolgere profondamente la visione che Rachel ha di se stessa, oltre che la sua vita privata. Un incontro con un uomo che torna dal suo passato e che l’aiuta a risollevarsi dal baratro in cui è prigioniera. Ma proprio quando si sente di nuovo sulla vetta, Rachel scopre di trovarsi in realtà sull'orlo di un precipizio ancora più spaventoso. Attirata in una trama intessuta nell'inganno, Rachel dovrà trovare dentro di sé la forza per affrontare le sue più grandi paure e accettare verità che non avrebbe mai potuto immaginare...
0
Powered by Blogger.
Back to Top