Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

Consigli di lettura

Consigli di lettura
IN LIBRERIA

Blogtour

Blogtour
Blogtour & Review Party

[ RECENSIONE ] I Medici - Un Uomo al Potere di Matteo Strukul | Newton Compton Editori


I MEDICI - UN UOMO AL POTERE di Matteo Strukul
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 384

Firenze, 1469. Lorenzo de’ Medici sta vincendo il torneo in onore della sua sposa, Clarice Orsini, appena giunta a Firenze per le nozze con l’uomo che diventerà il Magnifico. Questo matrimonio non è un passo facile per Lorenzo: il suo cuore – ne è convinto – appartiene e sempre apparterrà a Lucrezia Donati, donna di straordinaria bellezza e fascino. Eppure asseconderà il volere della madre e rafforzerà l’alleanza con una potente famiglia romana. Chiamato a governare la città e ad accettare i costi e i compromessi della politica, diviso fra amore e potere, Lorenzo sottovaluta i formidabili avversari che stanno tramando contro di lui per strappargli la guida di Firenze. Girolamo Riario, nipote di papa Sisto IV, dopo aver sobillato Jacopo e Francesco dei Pazzi, storici nemici della famiglia de’ Medici, e stretto alleanza con Francesco Salviati, arcivescovo di Pisa, concepisce una congiura il cui esito per Lorenzo sarà terribile: il fratello Giuliano verrà brutalmente ucciso davanti ai suoi occhi. E da quel momento si aprirà un periodo di violenza e vendetta da cui in pochi si salveranno..
Dopo aver avuto il piacere di presentare Matteo Strukul sul palco del Premio Bancarella, mia madre ha preso particolarmente a cuore questa esperienza portando nella mia libreria, uno dopo l'altro, tutti i romanzi che compongono la saga de I Medici. E, complice la visione dell'ultima puntata dell'omonima serie tv e la rubrica Questa volta leggo a tinte storiche, la mia curiosità ha fatto il resto! 

In questo romanzo, Un uomo al potere - raccontando una parte essenziale della storia medicea che cambiò per sempre il volto di Firenze e dell'Italia - Matteo Strukul pone sotto i riflettori due figure maschili capaci di racchiudere splendore e contraddizione. Da una parte, Lorenzo de Medici ci viene presentato sotto una luce parzialmente diversa rispetto a quella che avremmo potuto immaginare. Siamo ancora, infatti, all'alba del magnifico e, attraverso le molte sfumature che Strukul riesce a catturare, conosciamo lati della sua personalità raramente affrontati e, forse proprio per questo, più affascinanti: fragile e passionale, ingenuo e combattuto
Dall'altra, invece, troviamo la controversa figura di Leonardo da Vinci
Non vi nascondo che l'alone di mistero che da sempre aleggia attorno al suo genio incontrastato mi ha sempre colpito ed affascinato per varie ragioni, artistiche, scientifiche e morali. Matteo Strukul riesce a trasmettere questo aspetto del Da Vinci - seppur ancora agli albori della sua futura grandezza - raccontandoci di un uomo ispirato e geniale, portatore di valori immutabili e, in modo particolare, di una forte (tormentata) amicizia con Lorenzo che segnerà nel bene e nel male tutta la sua vita!


In Un uomo al potere ci troviamo dinanzi ad un romanzo essenzialmente completo: assistiamo, infatti, alla passione impossibile tra Lorenzo e Lucrezia Donati, alla fragilità dell'uomo al potere fino all'abbandono completo verso un dolore improvviso che il giovane signore di Firenze dovrà affrontare nel modo peggiore e dilaniante. La congiura dei Pazzi ci viene raccontata da Strukul in modo coerente e fortemente vivido, spinta da uno stile linguistico storicamente moderno in grado di coinvolgere ed affascinare in prima persona. Ed è proprio questo stile a conferire un appeal moderno e frizzante a vicende e personaggi che, in modo più o meno superficiale, noi tutti conosciamo. Un fascino particolare che, per quanto mi riguarda, risiede nella passione che Strukul è in grado di trasmettere al suo lettore in modo inequivocabile, insieme all'estemporaneo talento di saper unire verità storica a finzione, così creando una tela complessa e ricca di credibili sfaccettature. Laura Ricci ne è l'esempio lampante (lei sì che sa come lasciare il segno!). Il suo peculiare approccio nel raccontare la nostra storia risulta essere ancora una volta moderno e coerente, rispettoso nei modi e assolutamente vincente. 

ERA UN MEDICI. NON AVREBBE MAI TRADITO LE SUE ORIGINI.
25

[ RECENSIONE ] La Donna del Ritratto di Kate Morton | Sperling&Kupfer


LA DONNA DEL RITRATTO di Kate Morton 
 Prezzo: 19.90€ | Pagine: 492

Nell'estate del 1862, un gruppo di giovani artisti si riunisce a Birchwood Manor, una grande casa nella campagna dell'Oxfordshire, quasi protetta dentro un'ansa del Tamigi. A guidare il gruppo è Edward Radcliffe, il più appassionato e promettente di loro, un ragazzo di vent'anni, che non conosce limiti. A lui è venuta l'idea di immergersi nella natura per i successivi trenta giorni, lontano dai condizionamenti di Londra e dalla sua formalissima society, per dare libero sfogo alla creatività. E invece, alla fine di quel mese, la tragedia ha stravolto le loro esistenze: una donna è stata uccisa, un'altra è sparita nel nulla e un prezioso gioiello è scomparso. Più di centocinquanta anni dopo, Elodie Winslow, una giovane archivista di Londra, scopre per caso una borsa di cuoio nella quale si trovano due oggetti che la colpiscono profondamente: la fotografia sbiadita di una bellissima giovane donna in abiti vittoriani e l'album da disegno di un artista. Nel quale spicca lo schizzo di una grande casa protetta dall'ansa di un fiume, che a Elodie pare stranamente famigliare. Quali segreti nasconde Birchwood Manor? Chi è la ragazza? 
Dopo aver letto Ritorno a Riverton Manor aspettavo La donna del ritratto ubriaca in senso figurato di aspettative. Perchè quando una delle tue scrittrici preferite torna in libreria con un nuovo e atteso romanzo come puoi non partire in quinta? Purtroppo la brusca frenata è stata molto, molto dolorosa!
2

[ RECENSIONE ] Andiamo a vedere il giorno di Sara Rattaro | Sperling


Finalmente posso parlarvi di un romanzo che tenevo in serbo da qualche giorno. Oggi, infatti, Sara Rattaro torna in libreria con Andiamo a vedere il giorno e lo fa in modo meraviglioso! 
Ringrazio la casa editrice Sperling&Kupfer per la copia cartacea in anteprima.

Prezzo: 16.90€ | Pagine: 204
Una figlia, una madre, un viaggio on the road. Una famiglia che sa ritrovarsi. Un gesto di perdono che vale più di mille parole. Alice è stata una figlia modello e una perfetta sorella maggiore, quella che in famiglia cercava di tenere insieme tutti i pezzi mentre il padre stava per abbandonarli, quella che per prima ha trovato il modo di comunicare con il fratellino, nato privo di udito, e di farlo sentire «normale». Ha pensato agli altri prima che a se stessa, ha seguito le regole prima che il cuore e adesso, di fronte a una passione che ha scardinato tutti i suoi schemi e le sue certezze, si ritrova a mentire, tradire, fuggire. Ma sua madre, Sandra, non ha alcuna intenzione di lasciarla sola. Su quel volo per Parigi c'è anche lei, e insieme iniziano un viaggio che è un guardarsi negli occhi e affrontare tutti i non detti, a partire da quel vuoto che ha rischiato di inghiottire la loro famiglia tanti anni prima. Alice si illude che, ritrovando la persona che si era insinuata nelle crepe della loro fragilità, possa dare una risposta a tutti i perché che si porta dentro, magari capire ciò che sta accadendo a lei ora, vendicare il passato e punire se stessa...
Era il 2013 quando acquistai la mia copia di Non volare via e questo piccolo angolo letterario nemmeno esisteva! Ricordo il segno rosso sul calendario e la gioia di stringere tra le mani il nuovo romanzo di una scrittrice che conoscevo da poco, ma che avevo scelto spinta da un istinto che si è rivelato essere assolutamente vincente.

LA VERITÀ È CHE RARAMENTE SAPPIAMO DOVE SIAMO DIRETTI, 
QUASI MAI PREVEDIAMO QUELLO CHE ACCADRÀ, MA A VOLTE CI RITROVIAMO 
FELICI PER QUALCOSA DI INATTESO. È LA VITA.
6
Powered by Blogger.
Back to Top