Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

Consigli di lettura

Consigli di lettura
IN LIBRERIA

Blogtour

Blogtour
Blogtour & Review Party

[ CONSIGLI DI LETTURA ] Il Romanzo degli Istanti Perfetti di Thomas Montasser | DeA Planeta

Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio riprendere in mano un mancato appuntamento con i consigli di lettura che si trasformano facilmente in una vera scommessa letteraria. Di cosa parliamo oggi? Di un romanzo romantico, sognante e dotato di una peculiare sferzata ironia e di una storia sugli inevitabili capricci della vita e il silenzioso potere della letteratura: 
Il romanzo degli istanti perfetti di Thomas Montasser per DeA Planeta. 
E se vi chiedessero « Quale libro ha cambiato la vostra vita? » voi cosa rispondereste?

IL ROMANZO DEGLI ISTANTI PERFETTI di Thomas Montasser
Prezzo: 16.00€ | Pagine: 224
Marietta Piccini lavora nella redazione di una minuscola, raffinata casa editrice inglese. Un pomeriggio, sui gradini della London Library, viene investita da una folata di vento che manda all’aria le sue carte. Nell’affannarsi a raccoglierle, si appropria accidentalmente di un misterioso pacchetto che, una volta a casa, rivela un contenuto intrigante: il testo battuto a macchina di un romanzo che Marietta, curiosa, inizia a leggere senza più riuscire a smettere… È la storia, fitta di ostacoli e complicazioni, di un tale Paul Swift, impiegato di banca di trent’anni affetto da inguaribile ottimismo e da una profonda fame di vita. Affascinata, Marietta non può fare a meno di seguire gli indizi di cui il romanzo è disseminato nel tentativo di risalire al suo autore. Per provare a scrivere insieme a lui il proprio, meritatissimo lieto fine. Romantico, sognante e venato di saggia ironia, Il romanzo degli istanti perfetti è un inno ai capricci del caso e al potere della letteratura: un piccolo monumento all’amore per i libri, tutti i libri – anche e soprattutto quelli destinati a restare chiusi in un cassetto.

Thomas Montasser ha lavorato come giornalista e docente universitario. Con lo pseudonimo di Fortunato ha pubblicato alcuni libri per bambini. Vive con la moglie e i tre figli a Monaco di Baviera.
0

[ RECENSIONE ] La Colonna di Fuoco di Ken Follett | Mondadori

Apriamo insieme questa ultima settimana di ottobre con una recensione a cui tengo in modo particolare, La colonna di fuoco di Ken Follett. Quando ci troviamo dinanzi al romanzo di uno dei nostri scrittori preferiti sembra quasi inevitabile trovarsi in difficoltà nel dare piena giustizia al contenuto e ai suoi punti di forza. Già aprire la recensione con le parole giuste sembra trasformarsi quasi in una missione impossibile e, quindi, ti trovi davanti alla pagina bianca a scrivere e cancellare, riscrivere e cancellare ancora. Fino a quando, dopo un lungo e sostenuto respiro, ti rendi conto che le parole escono naturali e spontanee, senza forzature, perchè quando un libro è bello - ma proprio bello - non si può far altro che condividerlo e consigliarlo al mondo intero! 

LA COLONNA DI FUOCO di Ken Follett
Prezzo: 27,00€ | Pagine: 907
Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l'Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso. 
Inghilterra, Spagna, Francia e Paesi Bassi fino al Nuovo Mondo in un intreccio intricato ed affascinante di personaggi, vicende e colpi di scena in grado di alternare con precisione e coerenza finzione narrativa e realtà storica. Con un solo titolo, La colonna di fuoco di Ken Follett. 

Trovo che sia sempre complicato parlare e cercare di trasmettere adeguamente critiche e punti forza di un romanzo imponente come La colonna di fuoco così ricco di voci, di intrecci narrativi e di riferimenti storici che non lasciano mai spazio al caso o al sentito dire, ma che, anzi, si intrecciano perfettamente alla sua parte romanzata, senza peccare mai di superficialità o pericolosa presunzione. Tutto nasce, si sviluppa e ritorna al centro propulsore della trilogia, Kingsbridge. Luogo che conduce naturalmente con sè mistero ed indiscutibile fascino evocativo e che si presenta a noi molto cambiata in forma e contenuto, ma ancora in grado di dire la sua tra giochi di potere, supremazie religiose, passioni e tradimenti che giocano un ruolo mai marginale nell'irresistibile mondo di Follett.
8

[ BLOGTOUR ] RECENSIONE: Il Cacciatore di Sogni di Sara Rattaro

La grande bellezza dei libri sta proprio nel permetterci di staccare la spina, di trovare porto sicuro in storie meravigliose e in compagnia di affascinanti personaggi. Ci sono, poi, storie che si spingono oltre e in grado di lasciare dietro di sè una scia umanamente preziosa di emozioni, sentimenti e pensieri. Letture che ci permettono di riflettere perchè racchiudono parole e gesti che sanno insegnare e lo fanno nel modo più spontaneo, naturale. Romanzi come Il cacciatore di sogni di Sara Rattaro.

IL CACCIATORE DI SOGNI di Sara Rattaro
Prezzo: 12.75€| Pagine: 176
Luca, che da grande sogna di diventare pianista, ha una mano rotta, un fratello maggiore piuttosto fastidioso, una mamma rompiscatole e un aereo da prendere per tornare da Barcellona in Italia. È il 4 luglio 1984 e, su quell'aereo, la sua vita cambia per sempre. Luca incontra un eroe...
No, non si tratta di Maradona, che in aeroporto ha attirato l'attenzione di tutti - e in particolare di suo fratello Filippo - ma di un misterioso signore che somiglia un po' a Babbo Natale e occupa il sedile accanto al suo. All'improvviso l'uomo gli chiede: «Posso raccontarti una storia?».
Comincia così un'avventura straordinaria, fatta di parole e ricordi, con una sorpresa davvero inaspettata...

Solo pochi giorni fa, immersa nella perfetta cornice di una libreria, ascoltavo Sara Rattaro parlare del suo prossimo romanzo con una luce contagiosa negli occhi, emozionata ed orgogliosa di un lavoro che io non vedevo l'ora di scoprire e stringere gelosamente tra le mani. Il cacciatore di sogni non è semplicemente un romanzo o una favola moderna, ma l'eredità di un uomo che molti nemmeno conoscono e che, grazie alla sua intensa passione e alla sua incontrovertibile generosità, ha salvato la vita a milioni di bambini in tutto il mondo. Il suo nome è Albert Bruce Sabin e la sua storia vive di coraggio, passione e autentica gratuità.

Senza addentrarmi oltre nella trama che spero vogliate scoprire con la mia stessa curiosità ed emozione, voglio soffermarmi sull'importanza del messaggio e dei valori positivi di cui Il cacciatore di sogni è intriso, pagina dopo pagina. Una favola che risuona di coraggio e di quel non arrendersi mai, di quella passione pura e irrefrenabile, di amore e generosità per il prossimo di cui non siamo abituati a parlare e a vivere ai giorni nostri. Eppure dovremmo farlo! E, allo stesso tempo, dovremmo circordarci di eroi come Albert Sabin e di quel suo messaggio così meravigliosamente attuale che dovrebbe risuonare nella mente e nel cuore di ognuno di noi. Vaccini che hanno salvato milioni di vite, che hanno debellate le peggiori malattie. Quegli stessi vaccini che ora sono fin troppo facilmente sulla bocca di tutti, sospinti da facili moralismi che, in moltissimi casi, non hanno fondamento scientifico alcuno!

« Il nazismo ha sterminato la mia famiglia, 
la mia vendetta sarà salvare i bambini di tutto il mondo! »
11

[ LE BB LEGGONO... FANNIE FLAGG ] Pomodori Verdi Fritti al Caffè di Whistle Shop | BUR

Insieme all'estrosa Fannie Flagg e ad un romanzo che potremmo facilmente descrivere come un classico intramontabile  si apre ufficialmente su Leggere in Silenzio una nuova avventura letteraria condivisa con le frizzanti ed inarrestabili Bancarella Blogger. E, badate bene, il segreto è nella salsa...

POMODORI VERDI FRITTI AL CAFFÈ DI WHISTLE SHOP 
di Fannie Flagg
Prezzo: 10.00€ | Pagine: 360
Evelyn, una donna infelice e molto complessata, incontra in un ospizio Virginia, una vecchietta originale che le racconta una storia di tanti anni prima. Quella del Caffè di Whistle Stop aperto in una piccola ed isolata cittadina dell' Alabama da una singolare coppia al femminile: la dolce Ruth e la temeraria Idgie e frequentato da stravaganti sognatori, uomini di colore, poetici banditi e vittime della Grande Depressione.
La movimentata vicenda di due donne, coinvolte loro malgrado in un omicidio, e la loro tenacia nello sconfiggere le avversità ridanno a Evelyn la fiducia e la forza necessarie per affrontare le difficoltà dell'esistenza. Vero e proprio caso editoriale, Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un piccolo capolavoro che molti lettori hanno scoperto e amato anche grazie all’omonimo fortunato film dei primi anni Novanta. Un romanzo che, anche a distanza di anni, continua a conquistare lettori e lettrici di ogni generazione.
Quante volte vi è capitato di addocchiare quel titolo particolarmente accattivante e rimandare, rimandare, rimandare ancora fino al momento più propizio, quello giusto e inevitabile? 
Ebbene, il mio momento inevitabile di leggere e parlarvi a quattr'occhi di Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è, infine, giunto! 

Grazie ad uno humour d'altri tempi e irresistibile coniugato perfettamente ad una rievocazione culturale di un mondo che vive ancora nei ricordi di chi l'ha vissuto, Fannie Flagg accompagna il suo lettore al centro di una storia che coinvolge e ammalia, diverte ed emoziona. La storia di un caffè molto speciale aperto in un'isolata località dell'Alabama da una coppia di donne singolare e ben assortita: Ruth e IdgieDue donne profondamente diverse ed egualmente irresistibile che penetrano immediatamente nel cuore e nella mente del lettore che ne rimane invaghito, affascinato e colpito, pagina dopo pagina. Ruth e Idgie sono due metà perfette della stessa mela: la dolcezza e riservatezza di una si mescola naturalmente alla temerarietà ed intraprendenza dell'altra creando due personaggi che sembra quasi uscire fuori dalle pagine, stringendoci in un abbraccio che non lascia facilmente la presa. Ed è proprio nei personaggi che si affacciano e prendono posto nel corso della narrazione che risiede uno dei maggiori punti di forza di questo romanzo. Personaggi che non sono mai casuali o lasciati a sè stessi, ma bensì caratterizzati fin nei più piccoli dettagli, mettendo in risalto limiti e sfaccettature di un epoca immersa nel più ostinato pregiudizio e caratterizzata dalle più evidenti contraddizioni. 

Vicende umane e intrecci narrativi che prendono letteralmente posto tra i tavoli del caffè di Whistle Stop, punto di ritrovo e di inevitabile incontro per ogni genere di essere umano: stravagante e sognatore, poetico e razionale, vittima della Grande Depressione e persecutore morale. Ed è proprio qui che l'affascinante trama scaturita con estro creativo e potenza stilistica dalla penna di Fannie Flagg prende letteralmente vita, mettendo a disposizione del suo lettore spunti di ilarità e profonda riflessione. Molti, infatti, sono i temi caldi che la scrittrice prima sfiora, poi esamino fino a spingerli sotto una critica lente d'ingrandimento: la violenza domestica, l'amore proibito, la discriminazione razziale trovano terreno fertile in un romanzo che scorre feroce sotto i nostri occhi, portando con sè un senso di stupore, di profondo sentimento e autentica meraviglia!
5

[ CONSIGLIO DI LETTURA ] La Moglie Imperfetta di B.A. Paris | Casa Editrice Nord

Buongiorno Lettori! 
Mancando da qualche tempo al nostro settimanale appuntamento con il consiglio di lettura, ho pensato di sfruttare saggiamente la pausa pranzo per tornare a stuzzicare sia la vostra curiosità che il vostro indomabile portafoglio - per non parlare poi della wishlist che sta raggiungendo livelli quasi poemici. Armatevi, quindi, di carta e penna per non perdere questo nuovo arrivo in libreria: La Moglie Perfetta di B.A. Paris per Casa Editrice Nord.

LA MOGLIE IMPERFETTA di B.A. Paris
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 400
A chiunque ogni tanto capita di non ricordare dove siano le chiavi di casa o dove ha parcheggiato la macchina, o magari di dimenticare un appuntamento con un’amica. Chiunque non farebbe caso a simili sciocchezze. Per Cass Anderson, invece, è diverso. Ogni minimo deragliamento della memoria potrebbe essere un sintomo preciso: demenza precoce, la malattia che ha colpito la madre diversi anni prima. Ecco perché, adesso, Cass sta vivendo un incubo. Una sera di pioggia, tornando a casa, ha superato un’auto ferma sul ciglio della strada. All’interno c’era una donna, ma lei non si è fermata ad aiutarla. Poi la mattina seguente ha scoperto dai telegiornali che quella donna è stata assassinata. Esattamente dove lei l’aveva incrociata. E, subito, ai sensi di colpa si aggiunge l’angoscia di aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Come spiegare le telefonate mute che ha cominciato a ricevere proprio da quella mattina, se non come una velata minaccia? E perché anche quando è in casa ha così spesso la sensazione di essere osservata? Cass è terrorizzata perché non ricorda nessun dettaglio significativo riguardo quella sera. Purtroppo, però, da qualche giorno non si ricorda nemmeno come funziona la lavatrice, se ha preso o no le sue pillole, se uno dei coltelli in cucina avesse una strana macchia sulla lama, come di sangue… L’unico che potrebbe aiutarla a non impazzire e a capire cosa stia succedendo è suo marito, Matthew, che però le appare ogni giorno più distante e distaccato, quasi fosse il primo a essere certo che non ci sia niente da fare, che la malattia sta prendendo il sopravvento. E anche Cass ormai se ne sta convincendo. Un pomeriggio, però, proprio nel garage di casa fa una scoperta che cambia tutto!

B.A. Paris è nata e cresciuta in Inghilterra, ma si è trasferita in Francia per lavorare in unagrande banca d'investimento. A un certo punto della sua vita, però, ha deciso di cambiaree di dedicarsi all'insegnamento e alla narrativa. Quindi ha fondato una scuola di lingue e ha iniziato la stesura della Coppia Perfetta, il suo romanzo d’esordio, che è stato tradotto in 35 paesi ed è diventato un caso editoriale da milioni di copie vendute. 
Vive a Parigi colmarito e le cinque figlie.

Io ho la mia copia di La coppia perfetta in paziente attesa nella mia libreria... credo proprio che il suo momento sia arrivato! Lo avete letto? Cosa ne pensate? Avete o avretei tra le mani la vostra copia di La moglie imperfetta?
2
Powered by Blogger.
Back to Top