Recensioni

Recensioni
Recensioni A-Z

Consigli di lettura

Consigli di lettura
IN LIBRERIA

Blogtour

Blogtour
Blogtour & Review Party

[ LE BB LEGGONO... STEPHEN KING ] Sleeping Beauties | Sperling

Con il Natale praticamente alle porte ci immergiamo in una storia fantastica ed imprevedibile che porta un cognome importante nella sua copertina, ma che respira anche quelle curiose sensazioni della prima volta: Sleeping Beauties di Stephen e Owen King per Sperling. Padre e figlio ci regalano una storia intensa e cromatica, pungente e irrazionale che spinge il lettore ad una voracità inarrestabile.
E voi uomini, mi raccomando, non svegliate le belle addormentate! 

SLEEPING BEAUTIES di Stephen e Owen King
Prezzo: 21.90€ | Pagine: 652
Dooling è una piccola città fortunata del West Virginia, con una splendida vista sui monti Appalachi e lavoro per tutti. E a Dooling, infatti, che qualche anno fa è stato costruito un carcere all'avanguardia destinato solo alle donne, che siano prostitute o spacciatrici, ladre o assassine, o ancora tutte queste cose insieme. Ed è una di loro, in una notte agitata, ad annunciare l'arrivo della Regina Nera. Per il dottor Norcross, lo psichiatra della prigione, è routine, un sedativo dovrebbe sistemare tutto. Per sua moglie Lila, lo sceriffo di Dooling, poteva essere un presagio. Perché poche ore dopo, da una collina lì vicina, arriva una chiamata al 911, ed è una ragazza sconvolta a urlare nel telefono che una donna mai vista ha ammazzato i suoi due amici, con una forza sovrumana. Il suo nome è Evie Black. Intorno a lei svolazzano strane falene marroni e sembra venire da un altro mondo. Lo stesso, forse, dove le donne a poco a poco finiscono, addormentate da un'inquietante malattia del sonno che le sottrae agli uomini. Un sonno dal quale è meglio non svegliarle.
Perchè ho scelto di leggere Sleeping Beauties?
Sicuramente per la copertina, bellissima ed inquientante. Indubbiamente per il cognome degli autori che in me evoca sempre incertezza e sorpresa, sensazioni innegabili in ogni romanzo del maestro dell'horror. Se il curioso incontro padre-figlio ha superato la prova? 
Direi proprio di sì, ma procediamo con ordine! 

Sleeping Beauties si presenta ai suoi lettori nelle seducenti vesti di una complessa favola nera costellata di personaggi peculiari e misteriosi, vicende personali coinvolgenti, imprevedibili colpi di scena e sbalzi emotivi che non posso essere evitati, ma che anzi ti colpiscono direttamente sulla bocca dello stomaco, togliendo quasi il respiro. Perchè - dobbiamo ammetterlo - non ci troviamo davanti ad un romanzo semplice o che possa essere affrontato con leggere disinvolura. Sleeping Beauties concilia perfettamente note oscure e impenetrabili ad elementi appartenenti al genere fantastico chiamati a coinvolgere, stupire, emozionare. Particolarità e fusioni di generi - apparentemente inconciliabili - che si percepiscono chiaramente fin dalle primissime battute in un connubio narrativo che sembra quasi esplodere, capitolo dopo capitolo, con una forza inaspettata e sorprendente. 

Cosa accadrebbe nel cuore e nella mente degli uomini se - improvvisamente e senza alcuna apparente logica - il mondo femminile si trasformasse in una strana versione de La bella addormentata?
Dolore e incomprensione. Gioia e incredulità. Violenza e paura. Forse è proprio questo il motore inarrestabile di Sleeping Beauties che spinge naturalmente il lettore a prendere di petto tematiche che sono diventate, nel bene e nel male, parte integrante della nostra quotidianità e che riscontrerete inevitabilmente nell'evolversi di un contesto narrativo complesso ed intrigante.
Ulteriore punto di forza del romanzo sono indubbiamente le accurate e precise descrizioni di personaggi, luoghi e stravolgimenti di trama che sembrano quasi prendere vita sotto i nostri occhi, sfiorando con maggiore forza e autenticità quelle particolari corde che spingono ad una lettura intensa, verace.
Ci sono state, però, alcune piccole scelte narrative che non mi hanno particolarmente convinta durante la lettura di Sleeping Beauties. In particolare - e senza cadere in pericolosi dettagli - credo che alcune eccessive specificazioni potevano essere evitate o trattate con maggiore cura, magari lasciando quel pizzico di non detto o di appena accennato che - soprattutto in romanzi che si nutrono letteralmente del dubbio lasciato vagare liberamente nella mente del suo lettore - avrebbe probabilmente accellerato quell'inevitabile crescendo di curiosità, incertezza e perfetta inquietudine. 

Quindi, in conclusione, sì, vi consiglio la lettura di Sleeping Beauties se siete già appassionati estimatori del genio letterario di Stephen King o se siete semplicemente alla ricerca di una lettura non ordinaria e molto particolare, capace di coinvolgere e stravolgere al punto giusto. Se, invece, state pensando di approcciarvi al Signor King per la prima volta, fermatevi un attimo, inserite Sleeping Beauties nella vostra infinita wishlist o nella ben più famosa letterina di fine dicembre, ma tentate il primo appuntamento con qualcosa di più puro e diretto che non possa, quindi, rischiare di farvi scappare a gambe levate e perdervi, di conseguenza, scoperte letterarie sinceramente irrinunciabili. 
A cosa serve Babbo Natale, altrimenti?

10 commenti

  1. Io ce l’ho! E adesso la voglia di leggerlo è aumentata per colpa tua, quindi chiedi a Babbo Natale che mi regali un po’ di tempo in più da dedicare alle letture. Sì, tu glielo devi chiedere per me, perché io ho chiesto libri 😬

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo il tuo nome alla letterina Bacci :D

      Elimina
  2. Recensione meravigliosa, ma ammetto che stavolta mi hai inquietata! Io che da settimane sono impantanata col meraviglioso "It" credo che rimanderò la lettura di questo volume per un bel po' di tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente il mio stesso ragionamento al contrario... IT dovrà attendere un pochetto!

      Elimina
  3. Bellissima recensione, ma nel mio futuro c'è It che mi aspetta. Che poi scritto in questo modo....
    ;-)
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pennywise aspetta ognuno di noi eheheheheh!

      Elimina
  4. ciao,
    sono una tua nuova follower, tantissimi auguri di buone feste! Se ti va puoi ricambiare iscrivendoti come lettore fisso al mio blog :) <3
    https://amoriemeraviglie.blogspot.it/

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti, quindi lasciate un segno del vostro passaggio! Grazie per il vostro sostegno, Lettori.

Powered by Blogger.
Back to Top